scrivi

sabato 05 agosto 2017

            

                                                                                             nei luoghi di Ettore

 

 

Tor di Nona da Prati

 

Tor di nona... quante storie.

Sorvolo sulla facilitą relativa dell'inquadratura data dalla cupola e dal piccolo campanile di San Salvatore in Lauro, cupola e campanile che si vedono forse solo da qui ma varrą la penna di fare un giretto in loco.

Sorvolo per passare alle storie personali perchč questo č sempre stato un giornale "in soggettiva": a fare gli articoli sono buoni tutti ormai che siamo tutti potenziali blogger.

 

Le storie...

Le storie cominciarono subito, appena arrivata a Roma.

Quella prima estate era stata anche l'inizio della mia grande storia d'amore e che poi sia finita non importa, era la mia grande storia d'amore.e devo dire mai eguagliata. Abitavo sulla Cassia e non c'era sera che si tornasse a casa senza fare Lungotevere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 A me č sempre piaciuto guardare dentro le finestre: vedevo i mobili, i paralumi e immaginavo. gli interni, almeno quelli che riuscivo a sbirciare, non erano molto diversi da quelli dove ero stata ospite un paio di anni prima da amici a Trastevere. il centro storico, avrei scoperto ma gią intuivo, non solo si presta ad un certo tipo di arredamento ma era anche abitato, pił o meno dallo stesso tipo di persone.

Tor di Nona era ancora la parte oscura. Il Comune aveva ristrutturato e assegnato alcuni palazzini ma altri erano vuoti. E tra questi c'era quello dell'asino che vola.

Poi venimmo ad abitare proprio da queste parti, a via dei Coronari. Cercavamo di comprare casa qui e facevamo escursioni a Tor di Nona tanto per capire. Ancora ci si poteva camminare, ancora c'erano vecchi inquilini e ancora non era diventata la strada degli spacciatori coi cani cattivi.

 

Poi un altra vita "dall'altra parte", a via del Pellegrino.

Sono tornata a Tor di Nona quando Veltroni sindaco fece l'operazione botteghe storiche con una grande ristrutturazione e riqualificazione della strada. http://www.iloveroma.it/articoli/vezio.htm

E gli spacciatori coi cani cattivi andarono via. Mi sembra che le botteghe storiche non abbiano avuto fortuna ma gli spacciatori coi cani cattivi non sono pił tornati.

 

angela ermes :)

 

 

 

 


accade a Roma


il sindaco Marino

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

dove siamo?

quanto sei bella

la cittą futura

c'era una volta

cittą del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zčtema

Upter

Cittą del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittą

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema