01/10/2005      chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


Archivio

immaginiCinema

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                   accade a Roma

Abbasso il grigio: Africa

A piazza del Popolo fino al 9 ottobre c'è una mostra a cui non si può proprio mancare: 550 opere di pittura realizzate da ragazzi disabili, gli "Amici della Comunità di S. Egidio", la nona edizione che quest'anno è dedicata all'Africa. Le opere hanno una valenza artistica tanto sconcertante da aprire subito l'interrogativo sul termine "disabile": non sarà davvero necessario parlare di "diversamente abili"?

E poi una riflessione comparata sul dolore e sull'allegria, come ha notato Walter Veltroni che ha inaugurato la mostra: questi ragazzi vivono un'esperienza di dolore ma dalle loro opere coloratissime, trabocca la speranza, esattamente come in Africa dove la gente, nonostante le inimmaginabili difficoltà, è piena di allegria, sorride, guarda al futuro, ti stringe la mano con una presenza e una vicinanza che non ha niente  di formale.

E anche sul termine "ragazzi": smettiamola di considerarli ragazzi perchè portatori anche di deficit cognitivi; "chi fa queste cose è per sempre ragazzo nel cuore", dice giustamente il ragazzo Veltroni. Cosa hanno fatto?

Hanno rappresentato l'Africa in tutti i suoi colori pensando che l?africa in questo momento è il posto della terra che più di altri ha bisogno di amicizia. Davanti a queste opere viene da considerare che il colore dell'amicizia sono tutti i colori.

"L'Africa è vista come un continente che viene spremuto e come un continente dove tutto si ricicla" dice Antonella Greco, docente alla Sapienza e curatrice del catalogo.

E subito andiamo a cercare due opere appena viste; quella del continente di spugna da cui sgocciola vernice blu dentro ad un povero secchio e il sole fatto tutto di bottoni o la scultura fatta con tela e vecchie molle di materasso.

Una mostra bella, sorprendente ma da non perdere soprattutto perchè le opere sono in vendita e il ricavato andrà al progetto DREAM per la cura dell'Aids in Africa, progetto della Comunità di S. Egidio.

E allora: piazza del Popolo, fino al 9 ottobre

ac:)

 

 

soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita