20/05/2005     chi siamoscrivici

            amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                   accade a Roma

Roma ha l'Africa nel cuore

Due storie diverse e un obiettivo comune:  direzione Africa.

 

Elio, dipendente del Comune di Roma

Durante uno dei suoi viaggi in Mozambico, il sindaco Veltroni ha incontrato Elio che faceva il volontario usando i suoi giorni di ferie. E così il Sindaco, tanto ha fatto, che il Consiglio Comunale ha votato una delibera per consentire ai dipendenti che ne fanno richiesta di andare a fare volontariato nell'ambito dei progetti di cooperazione dell O.N.G. (Organizzazioni Non Governative) senza intaccare le ferie e senza chiedere aspettativa (non pagata), condizione in cui si trovava Elio quel giorno a Maputo.

Hanno fatto richiesta 74 persone, tra i 29 e i 58 anni, 49 donne, 12 vigili urbani. Stamattina erano tutti insieme alla Sala delle Bandiere, al primo incontro con il Sindaco e i rappresentanti delle O.N.G. che faranno i colloqui per decidere le loro destinazioni. Un piccolo drappello di persone normali con un cuore grande grande. Partiranno e resteranno in media 15 giorni, comunque non più di due mesi. Veltroni è sicuro non solo che torneranno più ricchi ma che arricchiranno il posto di lavoro.

Roma è la prima città in Italia, ma probabilmente d'Europa, che ha adottato una delibera di questo tipo. Già da domani copia della delibera verrà inviata ai Sindaci dei Comuni dell'ANCI perchè altre città seguano l'esempio.

Nel frattempo Elio non aspetta, riparte domani tutto contento.

 

Renato, manager in pensione.

La sua azienda si occupa di prodotti bio-medicali con particolare riferimento al settore della cardiochirurgia. E' così che Elio incontra il prof. Marchesini, cardiochirurgo, che ha un fratello cardiochirurgo anche lui, padre Aldo Marchesini che lavora nell'ospedale di Quelimane in Mozambico. Fino a quando Renato ha lavorato, ha potuto facilmente inviare aiuti ma una volta andato in pensione... che fare? Ha fatto una onlus no profit e ha organizzato, con il patrocinio del Comune di Roma,  una piccola rassegna di musica classica sulle terrazze private di tre famiglie di amici romani. Si partecipa solo ritirando l'invito presso la sede dell'associazione. I fondi raccolti durante i concerti saranno devoluti per l'ospedale di padre Aldo che, nel frattempo, operando, ha contratto l'AIDS.

concerti: 27 maggio, 11 giugno, 1 luglio

ritiro inviti: pazza Gentile da Fabriano,20

info: Renato 348.7110732 - Commissione Consiliare 06.68806481

il programma

 

soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita