25/07/2005     chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zčtema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


Archivio

immaginiCinema

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                   cittā del cinema

Al PIgneto presto si torna al cinema

C'era una volta il cinema Aquila, quando di cinema in giro ce n'erano tanti, quando dai quartieri popolari per andare al cinema non si doveva venire in centro.

Al Prenestino ce n'erano 7-8 e uno era quello al Pigneto, all'angolo tra via L'Aquila e via Ascoli Piceno, costruito dopo il 1944.

Poi la crisi del cinema, la chiusura, l'acquisto da parte di una organizzazione mafiosa che aveva ottenuto perfino l'autorizzazione alla demolizione per costruire un supermercato o qualcosa di simile.

Poi la confisca e nel 2003, con la legge 109/96 che prevede che i beni confiscati alle mafie vengano utilizzati a fini sociali, il cinema Aquila dallo Stato č stato trasferito al Comune.

 

In questi due anni c'č stato nel quartiere un grande fermento, sopratutto da parte dei giovani, per l'elaborazione di un progetto di rinascita del cinema nell'ambito del Contratto di Quartiere Pigneto e stamattina č stato aperto ufficialmente il cantiere alla presenza del sindaco Veltroni e di don Luigi Ciotti, da sempre impegnato nella lotta alla mafia.

 

Il progetto prevede che il Nuovo Cinema Aquila abbia tre sale di proiezione per un totale di 400 posti ma che abbia anche spazi per incontri e attivitā  culturali, un Internet Point, un bar e un punto vendita libri, CD e DVD dedicati al cinema. Una nuova piccola casa del cinema in un quartiere che si sta riqualificando come č successo per Testaccio.

I lavori saranno ultimati la prossima estate.

 

Sarā il Nuovo Cinema Aquila ma avrā anche un nuovo nome, sarā la "Casa di Tom", per ricordare l'impegno e la passione per i giovani e la cultura con cui Tom Benettollo ha passato tutta la sua vita. E Veltroni ricordandolo, ha sottolineato che chi come Tom spende la sua vita per gli altri la spende due volte e che questo, sicuramente, č il modo migliore di vivere.

                                                                                                                            ac

 

soggettive


accade a Roma


la cittā futura


c'era una volta


cittā del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita