22/07/2005     chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


Archivio

immaginiCinema

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                   accade a Roma

I dati del turismo.

In controtendenza con tutte le altre città d'Italia a Roma i dati del turismo hanno non solo segno positivo ma segno a due cifre.

Le presenze a giugno sono aumentate del 12,08 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Gli arrivi negli alberghi del 8,69.

Nei primi mesi di quest'anno c'è stato un milione di turisti in più. La presenza degli stranieri è aumentata del 13,56 per cento.

E questo incremento non è dovuto alla morte di Giovanni Paolo II e all'elezione di Benedetto XVI: non solo quelle sono state presenze di un giorno senza pernottamento ma il dato è confrontato con lo stesso periodo del Giubileo e parla chiaro: un milione di presenze in più.

Tra gli stranieri, gli americani sono aumentati del 10,38%, gli inglesi del 12,27, i giapponesi del 7,26.

Aumenta anche la recettività alberghiera: nel 2000  A Roma aumenta anche l'offerta di ricettività: se nel 2000 erano 704 gli esercizi alberghieri, nel 200c'erano 704 alberghi, oggi  ce ne sono 806, il 13% in più.

«Roma - dice Veltroni - è percepita come una città serena e sicura, con grandi eventi, e dove avremo un settembre straordinario, che promuoveremo sulla stampa internazionale». Tra gli appuntamenti di settembre il sindaco ricorda il concertone della Telecom (il 3, e di scena potrebbe essere Elton John), lo show gratuito di De Gregori del 4 a piazza di Siena, la Notte Bianca il 17, il Festival del Teatro e il campionato europeo di pallavolo.

E nei prossimi anni Roma avrà la nuova Fiera, il centro congressi e il parco a tema sul cinema. Come dire che Roma avrà il massimo dell'offerta turistica.

Crescono anche gli aeroporti dove si prevede nel 2005 l'arrivo di 33,2 milioni di passeggeri contro i 28,8 milioni del 2003. E si annuncia l'arrivo di una compagnia low-coast e accordi sul trasporto che coinvolgerebbero anche le ferrovie sulle linee ad alta velocità che permetterebbero di raggiungere in un'ora Firenze o Napoli. 

 

Un futuro roseo che deve guardare anche ai nuovi mercati, in particolar modo la Cina: da Roma partono solo 5 aerei, da Parigi 64.

Si deve fare di più.

 

soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita