23/03/2005     chi siamoscrivici

            amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                   accade a Roma

Bentornato filobus

Mancava da 30 anni, 33 per la precisione, e adesso ritorna sul percorso dalla stazione Termini, lungo via Nomentana, fino a Montesacro e poi oltre fino a Largo Labia a Fidene.

Sulla Nomentana i fili sono nuovi fiammanti, di un bel colore rame. Ma a Termini non c'è traccia. Presto scoperto il mistero: questo nuovo filobus, fabbricato in Ungheria, (fra l'altro uno dei primi atti tangibili dell'allargamento dell'Unione Europea) è tecnologicamente avanzato e flessibile, dove non può allacciarsi alla rete elettrica, viene alimentato a batteria: inquinamento comunque zero e rumore zero. Viaggiare è molto piacevole, è "soffice": si sentono le voci dei vicini, si può chiacchierare senza dover coprire il rumore del motore. La linea è la 90, una linea "espressa" che fa poche fermate, come la linea 40, 30, 60. E in effetti partiamo dalla stazione alle 15,50 e alle 16,15 siamo già a piazza Sempione.

Il ritorno del filobus è tra i provvedimenti che il Comune sta prendendo per contenere il gravissimo problema dell'inquinamento: ci sono trenta filobus pronti a circolare sostituendo innanzi tutto le linee espresse. Ma saranno incentivati i tram, presto inizierà la costruzione della linea C della metropolitana, saranno incentivati gli autobus elettrici e applicati filtri alle vetture tradizionali. Si predisporranno corsi preferenziali per il trasporto pubblico in modo da velocizzare i tempi di percorrenza e disincentivare l'uso dell'automobile perchè davanti al frequentissimo superamento della quantità di polveri sottili, il paese fatto negli anni 50 e 60 a misura di automobile, adesso sta scoppiando e rischia la paralisi. Occorre cambiare e Roma sta cambiando.

"Peccato che non ci sia Fioravanti Roberto perchè sarebbe contento" dice il sindaco; Fioravanti Roberto aveva guidato l'ultima corsa del filobus,  il 2 luglio del 1972. Sarebbe contento di vedere come tecnologia e tradizione si possono conciliare: oggi si può pagare il biglietto con un SMS e tornare a viaggiare in filobus.

 

 

soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita