17/07/2005     chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zčtema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


Archivio

immaginiCinema

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                        la cittā futura

Roma spende bene anche a scuola

Le spese per la scuola restano nel cestino di "Roma spende bene", le misure adottate dal Comune per contenere l'aumento dei prezzi e venire incontro alle famiglie.

E per le famiglie la scuola puō essere un problema perchč i libri costano, costa no gli zaini, costano i righelli, le squadrette, i quaderni gli astucci,  compassi...

E per quanto sia difficile pensarlo quando si gode di un relativo benessere, nella convinzione che il nostro sia un paese ricco, ci sono famiglie che non possono comprare subito i libri e bambini che mentre gli altri compagni aprono il libro di testo, loro non possono farlo.

Come si sente un bambino "povero" in classe? E come si sente un genitore che vede passare le settimane senza che il figlio abbia i libri?

 

Il Comune di Roma per il terzo anno consecutivo viene incontro alle famiglie.

Tutti i bambini delle elementari e i ragazzi delle medie e superiori con un reddito familiare inferiore ai 10.600 euro l'anno, riceveranno il buono per l'acquisto gratuito dei libri di testo e il contributo per il materiale scolastico.

Non č stato sempre del tutto cosė: fino a tre anni fa il Comune copriva le spese per i libri ma rimborsava le spese che le famiglie dovevano comunque anticipare e capitava che qualche bambino poteva aprire il libro sul banco dopo un mese, anche due anche tre.

I buoni possono essere ritirati presso le scuole dal mese di settembre ed entro la fine di ottobre; dovranno essere utilizzati entro il 31 gennaio.

 

Rimane invariato il prezzo del kit per la scuola: 25 euro per lo zainetto con dentro il maxi quaderno a righe a quadri l'astuccio dei colori , le penne, per i ragazzi delle medie le squadrette, il compasso...

Tutto questo reso possibile dalla disponibilitā dei librai e cartolai aderenti a Confesercenti e Confcommercio. L'elenco delle cartolibrerie sarā disponibile presso le scuole e sul sito www.comune.roma.it/dipscuola

 

Un po' di numeri relativi all'anno scorso:

libri gratuiti per la scuola elementare: 4.741.000 € per 140 mila bambini

contributi per libri di medie e superiori: 3.300.000 € per 32.000 alunni

contributi per materiale didattico: 5.920.000 per 53.000 alunni.

 

 

soggettive


accade a Roma


la cittā futura


c'era una volta


cittā del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita