15/03/2005     chi siamoscrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                        la città futura

Piste ciclabili

CECILIA GENTILE per la Repubblica


Mandrione, Ostia, Tor Vergata. La rete ciclabile di Roma si arricchisce di tre nuovi percorsi. La giunta ha approvato i progetti definitivi che adesso dovranno trasformarsi in esecutivi per dare il via alla gara d'appalto e, entro l'anno, all'apertura dei cantieri. Nel frattempo, il prossimo 10 aprile, cominceranno i lavori per la Ciclovia della musica, la ciclabile che collegherà Villa Ada a Ponte Milvio passando per l'Auditorium: 270 giorni la durata dell'intervento.  «Stiamo ramificando il sistema ciclabile - dichiara l'assessore all'Ambiente Dario Esposito - In questo caso, si tratta di scelte suggerite dal territorio per recuperare mozziconi già esistenti e sottoutilizzati, con un obiettivo: cercare un collegamento con la metropolitana per favorire l'intermodalità, cioè lo scambio di mezzi diversi, non inquinanti».
La pista del Mandrione, 3,5 Km per una spesa di 250.000 euro, si snoda dal percorso di Tor Fiscale, ora un mozzicone sospeso nel nulla, continua su via del Mandrione, entra a Villa Lais, attraversa la Tuscolana e l'Appia Nuova, entra a Villa Lazzaroni, tocca la stazione metro di Furio Camillo e si infila nel parco della Caffarella. La stazione di Furio Camillo fa parte della linea A, dove, a differenza della B, neanche nei festivi è possibile caricare le biciclette. Ma l'assessorato all'Ambiente ha chiesto una deroga ad Atac e nell'attesa punta sui parcheggi custoditi per le bici.
Anche la pista di Tor Vergata, quasi un milione di euro di spesa, tocca la linea A, per l'esattezza, il capolinea di Anagnina. Qui l'assessorato vuole avviare un progetto che consenta agli studenti di raggiungere l'università in bicicletta, sull'esempio di quanto già realizzato da Roma Tre. L'intervento si articola su un doppio percorso. Il primo, due chilometri, da Anagnina, attraverso via Moneta e via Rizzieri, si collega alla pista esistente di Tor Vergata. Il secondo, 3,8 chilometri, partirà da via di Torbellamonaca, attraverserà via Cambellotti, e da qui si riconnetterà a Tor Vergata.

Infine, la Pineta delle Acque Rosse a Ostia Ponente, 470.000 euro di spesa: l'inizio di una rete pensata per collegare il lungomare al resto della città.

 

 

soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita