04/08/2005     chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                             soggettive

dal pallone di Villa Borghese

Lo hanno chiamato subito l'ottavo colle di Roma, l'ottava altura da cui ammirare la città. A me invece ha dato l'idea di essere piuttosto la sfera finalmente compiuta, per un momento ho pensato che le cupole siano grandi bolle di sapone che sono rimaste lì lì per uscire dalla cannuccia a librarsi nell'aria, sfere incompiute. E lui, il pallone, l'unica compiuta e libera di volare. Ma poichè è tropo bella Roma ha voluto tenerla per se e per la gioia di chi ci sale sopra.

 

Questo pallone effettivamente si vede da tutta Roma. Io lo vedo anche dai paraggi di casa, in un insospettabile angolo, dal ponte di Regina Coeli, dietro la facciata e l'insospettabile piccola cupola della Chiesa Nuova. Ma da un po' non mi capitava di vederlo, neanche dai ponti che guardano verso Villa Medici, tanto che ho pensato fosse finita e non rinnovata la convenzione. Invece, ieri mattina, eccolo di nuovo salire ondeggiando nel cielo di Villa Borghese.

 

Il primo viaggio fu indimenticabile. Mi ero messa diligentemente in fila ad aspettare. Per primo, ad inaugurare questo nuovo giocattolo, era salito in Sindaco che, per non aumentare l'attesa dei cittadini, era salito solo fino a 30 metri. Ed era sceso rassicurando tutti: "è bellissimo, niente paura, non succede niente". Già salire dentro la cesta è stata una stranissima sensazione: il pallone legato a terra, molleggia, sembra di camminare sulla gomma, ricorda vagamente la barca ma non è la stessa cosa. Poi, senza che nemmeno ci si accorga, si comincia a salire ed è una meraviglia: piano piano i pochi rumori di Villa Borghese scompaiono e rimane solo il rumore dell'aria. Si potrebbe dire che il pallone sta all'aereo come la bicicletta sta alla macchina, o la vela alla nave. Ma sia sulla bicicletta che in vela, ci sono suoni. Qui c'è solo l'aria ed è tanto magico questo inaspettato silenzio che tutti dentro la cesta, nonostante siano incantati, abbiano moltissime cose da dirsi, riescono solo a bisbigliare, come in chiesa.

Tutti cerchiamo subito luoghi noti: i romani cercano la propria casa, i turisti cercano il Colosseo, San Pietro, il Campidoglio...Tutti cercano di orientarsi, di riconoscere la città da questa angolazione del tutto inconsueta, un po' come si fa ogni volta dal Gianicolo o dall'Aventino.

Che magnifico giocattolo nuovo!

Pallone aerostatico - Villa Borghese - Galoppatoio - € 14 (non è poco ma ne vale la pena) 

angela :)

 

soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita