706/2005

28/06/2005     chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


ZŔtema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                   accade a Roma

L'estate Romana comincia con Renzo Arbore

Ma quante canzoni sono rimaste nel nostro canticchiare? Tante: Il clarinetto, Il materasso, Vengo dopo il tg, Smorz e ligts...adesso questa ultima "Meno siamo meglio stiamo".

E abbiamo avuto il piacere di cantarle, tutti insieme, come se la piazza si fosse trasformata nella casa di "Quelli della notte" o nello studio d "Indietro tutta".

L'orchestra italiana e "il coro di Roma", cosý ci ha chiamati Renzo.

Ma non abbiamo cantato solo le sue canzoni, abbiamo cantato la canzone napoletana con arrangiamenti semplicemente geniali: tamurriate che sono volate sul pubblico, mandolini, percussioni e vocalizzi di GegŔ Telesforo che sembrava dovessero strappare la pelle.

E le chicche di Renzo Arbore, come quella su "malafemmena" con ricordo finale del grande Tot˛ "proteggici tu, santo subito, anche tu" . Grande Renzo, sempre con la sua ironia simpatica come la sue "erre" rotolante.

Abbiamo ritmato le canzoni fino ad avere male alle mani, e migliaia di mani hanno tremolato ironicamente segnando  il passaggio  di Ohhhhhhhhhhhhhh......oh vita oh vita mia o core de chist' core, tremolio ironico, tirato, a rompere, come Renzo sa fare, una malinconia che potrebbe diventare insopportabilmente dolciastra.

E' iniziata l'estate romana e se tanto mi da tanto...sarÓ una magnifica estate.

Al prossimo reportage dalle piazze romane

angela :)

 

 

soggettive


accade a Roma


la cittÓ futura


c'era una volta


cittÓ del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita