10/08/2005       chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


Archivio

immaginiCinema

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                            soggettive

Ciao ciao, Sanpietrino

Via delle Botteghe Oscure, via degli Astalli,  via Labicana,  Lungotevere Gianicolense, Tor di Nona, Cenci... è già successo a via Po'... in motorino sarà finalmente piacevole e meno pericoloso. E anche in bicicletta.

 

Roma forse non è esattamente una città da bicicletta; a parte i sette colli e varie alture, si scopre che anche i tratti apparentemente pianeggianti sono in realtà insidiose dolcissime salite (vedi l'Appia Antica). Ma è sicuramente una città dove il motorino diventa una necessità e in fondo una scelta di libertà. Personalmente uso il motorino come "pensatoio": le migliori idee mi sono sempre venute lì.

Bello scorrazzare, anche girare per lavoro è quasi un gioco. Tutto bellissimo tranne che nelle strade col perfido sanpietrino.

 

Apro subito una parentesi a scanso di equivoci: io il sanpietrino lo adoro. Mi piace la sensazione sotto le scarpe con la suola leggera. Mi piace in primavera vedere che tra le fessure cresce l'erba tenera verde brillante, mi piace la luce radente del tramonto e il suo nero luminoso dopo la pioggia.

Ma in motorino... è un'altra cosa. Sono anni che tutte le volte che passo da piazza Venezia alzo una preghiera "Sindaco!"

Ed è stato così a via Po', su alcuni tratti di Lungotevere...specialmente pernicioso quello a Tor di Nona e all'altezza della Lungara...Sarà anche che non ho troppa esperienza, ma ho sempre paura di scivolare, prendere la buca fetente, cadere e farmi male. Specialmente quando piove.

E così non posso che essere felice di queste rimozioni. Ho visto che i lavori procedono molto velocemente, su lungotevere lavorano di notte per causare meno disagi possibili.

Stamattina ho fatto via delle Botteghe Oscure: si scivola come sul velluto... perfino il motore sembra più silenzioso.

Il sanpietrino me lo godrò a piedi, sotto la suola leggera delle scarpe, passeggiando in primavera quando l'erbetta è verde tenero, dopo la pioggia.

...la bicicletta? per strada sarà più facile e nelle aree pedonali, dove il sanpietrino rimane, non ci sono le buche causate dal peso delle macchine e pedalare è piacevole.

anonimo contento

 

 

soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita