17/05/2005     chi siamo scrivici

            amici link

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


UPTER


Atac Roma


LaScatolaChiara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                             fuori porta

Festa degli “ZO’”
Domenica 15 maggio 2005, nella splendida e verdeggiante cornice del lago di Bracciano, si è tornati indietro nel tempo; e precisamente agli anni ’70. Tema conduttore della giornata, la musica, che non poteva che rievocare quegli anni di grandi cambiamenti sociali. Quindi giù con Rino Gaetano, Claudio Lolli, Enzo Jannacci fino ad arrivare a Daniele Silvestri, senza trascurare le nostre origini musicali e soprattutto quelle salentine. L’idea di questo appuntamento domenicale nasce dall’idea di un gruppo di amici, che non riuscendo più a trovare canali di espressione goliardica, nella società odierna, ha deciso di trovarli autonomamente. La campagna di Manziana, offerta gentilmente da Matteo, si è prestata molto al grande “Party Flowers”, e ha permesso a circa un centinaio di giovani, amici e non, di riversare, in uno spazio ancora incontaminato, le idee, la gioia, i sentimenti, ma soprattutto quel rapporto con la natura, che mano mano, tra noi giovani, si sta andando perdendo.

Ma torniamo all’ideazione di questo ritrovo, e più precisamente al nome di questa “festa”; ZO’. Questo nome nasce da un nome abbreviativo, usato tra di noi (Stefano, Matteo, Lorenzo, Gabriele, Michele, Andrea, Clemente, Delio, Michelangelo, ecc.), per non dover pronunciare il nostro nome, a volte quasi scomodo, e di qui l’idea di creare questo un appuntamento che non tarderà a replicare, visto l’incombere del bel tempo. A proposito di tempo, credo che molto vada a questo fattore, che oltre a permetterci un’ottima tintarella, ci ha permesso di offrire a tutti i ragazzi accorsi, un ottima grigliata di carne che non poteva che essere ben accolta dal meraviglioso gruppo formatosi. Insomma tra chitarre, bonghi ed esibizioni di Capoeira (antica lotta Brasiliana), si è giunti al tramonto, che ha concluso una giornata unica e irripetibile….. come le altre che verranno.
Stefano Malandrino

 

soggettive


accade a Roma


 la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita