scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

sabato 16 aprile 2011

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                      Roma sparita

 

Ai Prati di Castello dove sorgerà il Palazzo di Giustizia

                                   guarda l'acquarello


Il tema e il territorio dei Prati di Castello sono stati poco trattati in letteratura o svolti in pittura. Se si tolgono alcune superbe aristocratiche sei-settecentesche del Van Wittel. Tanto più grati dovremo essere nei confronti di Ettore Roesler Franz per averci dato anche lui validi ritratti di una zona rimpianta e così poco conosciuta. Vigne, orti e un’estesa Villa Altoviti.

“Nel 1879 il Tevere inondò la parte bassa di Roma e le acque invasero il cortile di casa nostra”, ha commentato Alberto Theodoli nel volume A cavallo di due secoli, “tanto che dovemmo uscire in barca con grande giubilo di noi piccoli e con altrettanta disperazione dei grandi. Oggi Roma è al sicuro dalle piene del Tevere”, continua, “ma le belle sponde tra le quali scorreva il Pater Tiberinus e che io vidi con i miei occhi di fanciullo quando accompagnavo mio padre a caccia alla quaglie nei prati dietroil Castello, sono scomparse. A ricordarle non restano che gli acquarelli di Roesler Franz al Museo di Roma”.

Il pagliaio, il boschetto, il contadino al lavoro, il grande pino, il mulo che si abbevera, lo spicchio di fiume con le imbarcazioni i campanili e le case sull’opposta sponda, ancora intoccata, fanno di questo acquarello uno dei messaggi più toccanti della Roma sparita. E la preoccupazione di trasmetterlo nell’approssimarsi del “diluvio”, toccherà pure Onorato Calandi che dipinse a sua volta un acquarello che riprende la stessa zona dove poi sorgerà il Palazzo di Giustizia, annota anche lui, ma vista dal letto del fiume, non da terra.

L’originale reca ancora incollata sulla parte posteriore l’etichetta di invio all’esposizione londinese del 1904. Conosciamo così che questo ò l’acquarello numero 12 della Seconda Serie. “Prati di Castello. Where the Courts of Justice are being built”.

 

da "Roma sparita negli acquerelli di Ettore Roesler Franz"
di Livio Jannattoni
Newton Compton Editori


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema