scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

lunedì 24 gennaio 2011

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                           soggettive

Lino Banfi in una vecchia intervista parla di Roma

 

Quand'è che s'è stabilito a Roma ?
Mi sono stabilito a Roma circa 40 anni fa, ma già da prima sognavo di venire a vivere in questa città. Devo dire che l'impatto con Roma è stato ottimo. Sono stato felicissimo quando mi sono stabilito nella Città Eterna.

In quale zona è andato ad abitare appena giunto a Roma?
I primi tempi stavo nelle piccole pensioncine, nei pressi dei teatrini dove lavoravo…. come l'Ambra Jovinelli, il Volturno quindi ero nelle vicinanze della stazione Termini, in via Emanuele Filiberto. Perché lì si soggiornava quando si faceva questo genere di teatro, cioè l'avanspettacolo, che è una grande scuola che ha fatto formare molti attori. Poi quando cominciai a conoscere i primi quartieri di Roma tramite una persona che faceva l'amministratore nostro, venni a piazza Bologna, mi piacque la zona. E da li ho cominciato con la casa in affitto, la piccola casa in subaffitto fino alla casa di proprietà. Praticamente sono nelle vicinanze di piazza Bologna da 35 anni.

Com'è il suo rapporto con la Capitale

Stupendo. Dico sempre che questa città mi ha dato la notorietà e il benessere. Poi è una bellissima città e inoltre tifo per la Roma, come squadra.Quindi più affezionato di così.

E il suo rapporto con la cucina romana ?
La cucina romana mi piace molto, però non amo i fritti che fanno parte della cucina locale. Quindi, eliminato quelli, tutto il resto va benone.

Cosa prova nel tornare a Roma dopo una lunga assenza ?

Io mi sento come uno che è nato qua, come un romano, perché quando stiamo all’estero , con mia moglie , che è pugliese come me, diciamo:” Abbiamo tutta questa nostalgia di Roma, come se fossimo romani !”. Praticamente non vediamo l’ora di tornare a casa per il clima, per la gente, per le cose belle, per i suoi monumenti, ecc…. Provo le stesse sensazioni di un romano, la stessa nostalgia di casa.

Come giudica i romani ?
Secondo me, su dieci, hanno otto pregi e due difetti. Ma soprattutto pregi, perché la simpatia, la battuta sempre pronta , la tranquillità, il non correre è tipico di noi meridionali , ma anche del centro Italia e di Roma quindi.

Quali sono i mali di Roma che più la feriscono ?

In certi periodi la noncuranza di non raccogliere le immondizie di cui le strade sono colme. Il fatto di abbandono, non tanto dei romani, ma degli abitanti di Roma. Questa è una cosa che a me dà molto fastidio. Poi un'altra piaga di Roma è il traffico.

In quale Roma del passato le sarebbe piaciuto vivere?
Nella Roma antica, degli antichi romani di Messalina, di Lucullo, dei grandi pranzi, delle abbuffate. Della Roma godereccia.

Un suo sogno nel cassetto?
Guardi, per fortuna mi sta andando tutto bene, quindi sogni… si, uno …Sto facendo un film e spero vivamente che vada bene e che vada ad un Festival e che vinca un premio.

da intervisteromane.net

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

fuori porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zetema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema