lunedì 21 settembre 2015

            

                                                                                             quanto sei bella Roma

Stelle sul Tevere

 

...che poi Roma è talmente tanto bella che ti sembra di non poterla raccontare, fotografandola, senza che quella foto sia stata già fatta mille volte, anche da te.

E anche quando "vedi" qualcosa di particolare, ti sembra alla fine che non sia all'altezza, anche perchè, nel mio caso, ci si mette di mezzo un tablet le cui foto scattate sono belle se le guardi lì, poi le esporti e ti accorgi che la qualità è lontanissima da quella che, almeno io, avevo con la pellicola e la mia vecchia reflex di tempi migliori (e meno male che trattasi del costosissimo iPad).

Pago il prezzo dell'immediatezza non potendomi permettere una reflex digitale.

Ma non rinunci. Hai visto e pazienza se la foto non avrà l'alta definizione e bla bla.

Hai "visto" e vuoi conservare e condividere e parlarne.

 

Parliamone.

Le giornate si accorciano e da qui a maggio capiterà di tornare a casa finito il lavoro che è già buio.

Che il mio piccolo naviglio sia circondato di stelle me ne sono accorta solo stasera. Fino ad un paio di settimane fa non me sarei potuta accorgere perchè infastidita dal caldo. Che non me ne sia accorta in tutti questi anni che sta qui,  sotto palazzo Farnese, non me lo spiego. O almeno, me lo spiego col fatto che per "vedere" bisogna avere il cuore aperto in quella direzione.

Evidentemente era la sera giusta per vedere questo.

 

Il Piccolo Naviglio è anche nella seconda foto, presa da ponte Mazzini guardando ponte Sisto. E' a sinistra, interrompe ma solo appena appena, la sequenza delle luci.

 

angela :)

 

... mi ritengo molto fortunata ad avere questi "dintorni" e, citando Pazzaglia al prof. Bellavista "vivo al di sopra ei miei mezzi" ma non riesco a farne a meno.

Eppure sono certa che la bellezza è anche uno stato d'animo. Sono certa che anche nella apparente tristissima periferia, un occhio attento la bellezza la scova.

...il profilo degli Castelli sullo sfondo della Tuscolana, i binari che tagliano la città, la passerella del Pigneto, quella di Pietralata... uno skyline all'alba al Quadraro con le antenne dei palazzi che sembrano capelli arruffati dopo una notte d'amore... le bianche perfezioni dell'EUR... i fossi intorno all'Aniene... il ponte delle Valli che ho fatto a piedi e mi sono sentita in un'altra dimensione... i nastri degli svincoli della tangenziale a Tiburtina la notte che spingevo il motorino... le colline lunari dell'Aurelia quando diventano Malagrotta....

Pasolini aveva "visto".

 


accade a Roma


il sindaco Marino

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

dove siamo?

quanto sei bella

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema

 

 

  co