scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

venerdì 25 giugno 2010

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                           fuori porta

Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto - stagione 2010

Come dire:

Spoleto: non solo festival dei due mondi.

Perchè quel miracolo che è il festival ideato tanti anni fa dal maestro Menotti è noto a tutti ma che ancora prima, esattamente nel 1947 a Spoleto sia stato fondato il Teatro Lirico Sperimentale "A. Belli" non credo sia tanto noto al grandissimo pubblico. Io, per esempio non lo sapevo e non avevo nemmeno idea del perchè e del come un teatro lirico possa essere sperimentale, considerando che la lirica nel mio immaginario è una delle cose più convenzionali fra le forme di spettacolo.

Ma io, per giunta, non ho mai amato la lirica.

E così ieri la scoperta, alla conferenza stampa di presentazione della stagione teatrale.

Il TLS "A.Belli" sperimenta perchè affida la regia di uno degli spettacoli in cartellone ad artisti che con il mondo della lirica non hanno mai avuto a che fare: quest'anno "Il matrimonio segreto" di Cimarosa, uno degli spettacoli in cartellone, è stato affidato a Paolo Rossi che annuncia un prologo o forse un epilogo, forse entrambe le cose, una riflessione sul teatro italiano anche alla luce di recenti fatti legati anche alle politiche dell'attuale governo.

E scopro anche che in anni passati Gigi Proietti ha curato ben due regie.

 

Ma il TLS "A.Belli" non è solo questo, ci sono anzi aspetti e attività che mi sembrano perfino più importanti.

Il TLS "A.Belli" bandisce ogni anno un concorso per giovani cantanti lirici, i quali giovani cantanti, una volta vinto il concorso, passano a frequentare un corso di alta formazione per il debutto durante il quale seguono lezioni di mimo, interpretazione vocale, dizione e recitazione.

Alla fine del corso gli stessi saranno interpreti degli spettacoli della stagione lirica.

Insomma una scuola di alta formazione che supera ampiamente i confini spoletini per collocarsi ad un livello sovranazionale.

 

E infine il TLS "A.Belli" fa opera di promozione con i ragazzi delle scuole del territorio in stretta collaborazione con le Istituzioni locali e i numeri sono eloquenti: 2500 bambini che in un anno hanno ascoltato musica lirica opportunamente preparati dagli insegnanti.

 

Intendiamoci: nulla di nuovo agli occhi dei romani abituati da tanto tempo al fertile rapporto fra "pubblico" e "privato" ma occorre precisare che:

- a Spoleto tutto questo nasce prima

- a Spoleto tutto questo accade in una dimensione territoriale e istituzionale e forse anche finanziaria molto diversa dai "fasti" capitolini (non a caso viene confermata la bontà della scelta di non aver voluto mai diventare fondazione, dove le fondazioni sono per certi versi il buco nero dello spettacolo in Italia)

- a Spoleto accade il miracolo di un esperienza, questa come il Festival dei Due Mondi, che assume parte dalla provincia e diventa internazionale.

Volendo usare un termine veltroninano, il Teatro Lirico Sperimentale "A.Belli" è un luogo di eccellenza.

E ora andiamo finalmente al programma.

 

ac :)

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

fuori porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zetema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema