01/11/2005       chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zčtema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


Archivio

immaginiCinema

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                            soggettive

Antico polveroso e moderno luminoso

Mi sembra il modo migliore per rendere l'idea delle opere di Andrea Mancini all'Oratorio di Santa Maria del Suffragio a via Giulia.

Sono quadri pieni di colore e di luce, toni brillanti, laccati. Tutto in una atmosfera di stranissimo contrasto: l'oratorio bramantesco dai colori tutti sfumati uno dentro l'altro, sa piacevolmente di vecchio, sa di infanzia, di quelle sere del catechismo quando eravamo piccoli nelle sale grandi e anche un po'  tetre, giuste per dare un filo di reverenziale timore.  In questa cornice francamente un po' troppo dimessa, le 12 tavole di Andrea brillano come gemme.

Tavole, sė, Andrea come un pittore rinascimentale dipinge su tavola.

Andrea č un personaggio curioso, torna all'arte dopo un periodo in cui si č occupato di disegno industriale e marketing ma le sue origini artistiche sono tutt'altro che "leggere": nel '61 č stato allievo di bottega del maestro Tommaso Cascella; stringe rapporti con Turcato e con la "scuola di piazza del Popolo" di cui facevano parte Schifano, Fioroni, Angeli, Festa.

...perō!...

Andrea Mancini - Oratorio S. Maria del Suffragio - via Giulia 59

fino al 10 novembre

ac

cerca


soggettive


accade a Roma


la cittā futura


c'era una volta


cittā del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita