28.03.2006      chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


MiniposterCinema


AIG - ostelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                             soggettive

Autobus nove linee: che fare?

Ricapitolando: ci sono stati gli autobus a metano, il filobus, le linee espresse sono ormai nelle abitudini come le navette elettriche, ci sono le nuove vettura della Metro, ci sono le paline che entro tre mesi diventano e coprono

si annunciano in questi giorni grandi potenziamenti delle linee e nello specifico: ci sono 7 nuove linee, una linea sarà intensificata, sei linee saranno prolungate, 17 linee saranno modificate. Tutto nella direzione di migliorare il servizio e di raggiungere, a volte, punti delle periferie romane dove gli autobus ancora erano carenti se non assenti. Per esempio c'è una nuova rete per Dragona, ad Acilia nasce la linea 063 che collega alla stazione di Roma-Lido, alla Bufalotta arriva la 342,  a Poggio del Torrino arriva la 704, due nuove linee a Roma nord, praticamente a ridosso del GRA, la 020 a S.Isidoro e la 303 alla Giustiniana per la prima volta attraversata dagli autobus.

 

Che faccio fra tre giorni quando scade la tessera dell'ATAC? La rifaccio e continuo a girare coi mezzi ancora un altro mese o riprendo il motorino?

Io adoro andare in motorino, non è solo piacevole e veloce, è anche il mio pensatoio preferito, è in motorino che mi vengono di solito le idee migliori.

Da due anni in inverno lo lascio parcheggiato e per tre mesi giro con i mezzi pubblici ma il pubblici. Anzi, preciso meglio: l'anno scorso avevo cominciato intorno a Natale ma mi sono trovata così bene che quest'anno la tessera l'ho fatta dal 1 novembre.

Mi ero troppo divertita: andare in autobus mi ha fatto conoscere la città da un'altro punto di vista e ho imparato ad ottimizzare i percorsi. Come diceva un gentilissimo signore su 117 da piazza del Popolo "bisogna salire comunque sul primo autobus che passa e fare un tratto di strada; più avanti spesso succede di intercettare più di una linea che ti porta a destinazione". Uno stratega!

 

Così, quest'anno, con i primi freschi, ho detto "ricomincia la stagione della corsa all'autobus.

E devo dire che ancora più dell'anno scorso, affermo che a Roma con i mezzi pubblici, tutto sommato, si gira bene. Certo, mi muovo dal centro. Ma è anche vero che non mi muovo mai nella stessa direzione, è anche vero che spesso vado in posti lontanissimi. E soprattutto mi capita molto raramente di muovermi nelle ore di punta.

Ma limitatamente alle mia esperienza devo riconoscere che il servizio migliora. Autobus riscaldati in inverno, informazioni sulle Metro, la radio nelle stazioni, il filobus, le navette elettriche, gli autobus a metano...

Negli ultimi giorni le paline; questa delle paline è la traduzione informatica della strategia intuitiva del signore del 117: sono alle fermate dove si incrociano molte linee e ti dicono tra quanto arriva quello e quell'altro autobus. Non dico che si possa fare un salto al bar per un caffé ma si può pianificare meglio quale autobus prendere.

A me questo saltare da un autobus all'altro mi mette perfino allegria e trovo che in fondo sia un buon esercizio fisico.

 

E quindi che faccio? Tessera o motorino?

 

J

 

cerca


soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco