scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

11.03.2009 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                     la città futura

Nei cimiteri aree per i bambini mai nati
Aree nei cimiteri della Capitale per seppellire "i bimbi mai nati". Lo chiede il consiglio del XX Municipio di Roma, zona di Tor di Quinto, che ha approvato un ordine del giorno presentato dal consigliere del Pdl Marco Petrelli. La richiesta, passata con 11 sì (Pdl), tre no (Pd) e due astenuti (un Pd e uno de La Destra), propone al Campidoglio di riservare "nei cimiteri del XX Municipio apposite aree per la sepoltura dei bambini non nati" in seguito a interruzioni di gravidanza.

Secondo il consigliere promotore dell'iniziativa ora anche "altri municipi si stanno muovendo in questa direzione e anche nel XIX un altro esponente della Pdl porterà lo stesso ordine del giorno".

Nell'ordine del giorno il Municipio Roma XX "chiede al Sindaco di Roma di redigere un apposito regolamento o convenzione con Regione Lazio, Asl, Ama per la sepoltura dei bambini non nati; di istituire presso i cimiteri del Municipio Roma XX aree apposite per ospitare i bambini non nati; e il coinvolgimento di associazioni di volontariato che si facciano carico degli aspetti pratici e organizzativi che il seppellimento comporta mensilmente".

La proposta non poteva non sellevare polemiche. "La decisione della maggioranza di centrodestra del Municipio Roma XX di approvare la risoluzione per l'istituzione di aree dei cimiteri dedicate ai bambini mai nati è davvero preoccupante nei termini e modi nei quali è stata proposta dal Pdl". Lo dichiarano, in una nota, Alessio D'Amato, consigliere Regione Lazio, e Alessandro Sterpa, consigliere Municipio Roma XX del Partito Democratico.

"Non si può colpevolizzare la donna che decide di interrompere o che è costretta ad interrompere la gravidanza nei modi e casi previsti dalla legge - dichiara Sterpa - Il Municipio XX continua a dare un triste e macabro spettacolo di non governo. Mentre Roma nord è stritolata dal taglio dei fondi per la manutenzione delle strade e per i servizi sociali operati da Alemanno, il centrodestra presenta ed approva atti di disgustosa propaganda su temi delicati che non competono alle istituzioni locali".

"La decisione di istituire aree nei cimiteri per bambini mai nati - conclude D'Amato - non sia utilizzata per costruire un senso di colpa nelle donne che, nella scelta dell'interruzione della gravidanza, già compiono un doloroso percorso interiore di scelta. Più fondi per i consultori, per aiutare la maternità responsabile e meno strumentalizzazioni: a questo pensi chi governa".

 

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio