scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

10.12.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                          soggettive

Un baretto sotto i piloni

In fondo questa č una lettera di scusa. Ma andiamo con ordine.

Oggi mi sono ricordata che per arrivare alla Stazione di San Pietro da Corso Vittorio non č indispensabile prendere il 64; avendo voglia di camminare un po', si puō prendere il 46, scendere una fermata dopo Porta Cavalleggeri (una porta? Chissā com'era? adesso č un tunnel), la fermata prima che l'autobus prenda la salita di via Aurelia, e si entra alla stazione dall'ingresso sotto i piloni del cavalcavia ferroviario.

cosė ho fatto e ... meraviglia!

Quello che fino a pochi anni fa, nonostante i lavori di miglioramento del Giubileo, era uno squallido, brutto, triste piazzale sporco, con un sottopassaggio fino al treno che faceva paura come una bocca nera, č diventato un piazzale con gli ombrelloni e i tavolini di un confortante baretto aperto proprio nei locali del sottopassaggio.

Non ho resistito alla necessitā, ma anche all'allegria di complimentarmi con chi ha avuto l'idea. La ragazza bionda ha subito sorriso. "Grazie signora, lo so bene cos'era questo posto. Ci vivo da 24 anni" mi fa il ragazzo. "Ma noi siamo solo i lavoranti, lo diremo al titolare"

E sono andata via.

Ma nel sottopassaggio, che anche quello, dopo essere passati dal bar, sembra un'altra cosa, mi sono detta che sono una mascalzona e che avevo mancato la battuta giusta, che in fondo mi sono comportata come una qualunque "signora bene e un po' classista"

Qualcuno di mia conoscenza a cui dico spesso di fare riferimento come esempio, avrebbe aggiunto subito, da vero uomo aperto e giusto: "complimenti soprattutto a voi che lo fate bello con il vostro lavoro"

E quindi, ragazzi, spero accettiate le mi8e scuse e ancora, stavolta a voi, i miei complimenti.

ac :)

 

ps - alla Stazione di San Pietro, intorno ad una panchina al primo binario, c'č un gruppo di anzianotti che dissertano sul "mondo", uno recita alla meglio un verso di Dante Alighieri.

Stai a vedere che si trovano qui ogni sera prima che viene buio? Hanno l'aria di conoscersi...

e infatti la settimana dopo li ho trovati ancora e ci sono anche delle signore. Solo che viene buio sempre pių presto e comincia anche a fare freddo. Restano fuori solo a fumare e poi li trovi in sala d'aspetto. Sembra un centro anziani improvvisato...

 


accade a Roma


soggettive

la cittā futura

c'era una volta

cittā del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zčtema

Upter

Cittā del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittā

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio