08/12/2005       chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


Archivio

immaginiCinema

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                             soggettive

Benvenuta fiaccola

La giornata si era annunciata bellissima, piena di sole e con quel freddino giusto per essere vicino Natale. E poi ha cominciato a piovere, poi ha smesso ma alle 18,30 a piazza del Campidoglio, era decisamente freddo, umido. Con qualcuno ci è sembrato di essere nuovamente nell'umido della Notte Bianca e in più col freddo.

Poi sono cominciate le esibizioni de "Les Farfadais", che è difficile definire con una sola parola: artisti, acrobati, attori, danzatori, cantanti... Costumi meravigliosi, acrobazie, musica bellissima... Spettacolo molto circense e guardandoli incantata nonostante il freddo, mi sono detta che tutto questo ha molto a che fare con lo sport perchè cosa sono le discipline acrobatiche, che cosa è la danza se non duro allenamento fisico e psicologico, come lo sport?

E poi è arrivata la fiaccola e insieme a lei tutte le considerazioni: questa della fiamma olimpica  è una tradizione che risale a 2500 anni fa. Il rito di accensione ad Olimpia è sempre lo stesso in presenza della sacerdotesse, la fiaccola parte sempre da Atene, è sempre simbolo di pace ma oggi alcuni paesi non hanno sottoscritto la tregua che ai tempi di olimpia fermava tutte le guerre per lo svolgimento dei giochi.

E non si è fermata la contestazione: un uomo si è fatto strada verso il palco, forse se lo aspettavano poiché qualche minuto prima di lui, si erano fatti strada molti uomini delle forze dell'ordine. Era uno dei manifestanti contro il tunnel per la TAV in Piemonte, ha detto all'indirizzo del rappresentante del Governo poche parole "avete mandato i nostri figli a morire in Iraq", "mettere a rischio la nostra salute con il tunnel". E mentre scattavano in avanti i poliziotti e le gard dei politici, ha ripetuto "avete mandato a morire i nostri figli". Ho avuto paura ma insieme come una pena: quell'uomo non urlava violento, aveva piuttosto una voce accorata.

E sono tornata alle parole di gioia e di speranza: benvenuta fiaccola, bentornata a Roma dopo le Olimpiadi del 1960, il loro bianco e nero e il loro colore saturo, e, insieme a Veltroni diciamo "arrivederci" perchè speriamo di rivederla nel 2016.

ac :)

cerca


soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco