scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

09.06.2007 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                          soggettive

In panne la macchina di Bush: panico e risate a via del Tritone

 

Sono le 12,45 quando il folto corteo del Presidente Bush da via del Corso sterza a tutto gas per via del Tritone. 50 forse 60 auto e una ventina di moto scortano il capo della Casa Bianca in visita ufficiale in Italia.

 

Tutto sembra andare per il verso giusto mentre le auto sfrecciano tra una modesta folla di curiosi ed un vero e proprio esercito di poliziotti e carabinieri, ma ad un tratto succede qualcosa: la lucida e blindatissima limousine presidenziale rallenta fino ad arrestarsi. Il motore si spegne mentre l' autista prova, presumo con tanta angoscia, a riaccenderlo due o tre volte, ma niente da fare!

Tutti noi irriducibili curiosi ci guardiamo in faccia l' un l' altro sbigottiti, ma lo stupore cede immediatamente il posto ad una grassa risata generale. Un mio concittadino in perfetto romanesco esclama divertito : "Nun ce posso crede, 'a macchina de Bushe è rimasta senza 'a benza", gli fa eco un anziano signore "E te credo, co’ qello che costa!".

Oltre alle risate si levano al cielo anche alcuni fischi, dovuti, ne sono certo, non ad un problema politico nei confronti del Presidente U.S.A., piuttosto ad un pensiero, credo legittimo, che in quel mentre ha sfiorato anche la mia mente: "Questi americani vogliono fare i padroni del mondo, ma la macchina del loro leader si rompe durante una visita ufficiale... ehehehe"

 

Nel frattempo sulla carreggiata è il panico più totale. Una ventina di gorilla in giacca e cravatta, armati fino ai denti scendono dai Suv del seguito e cingono praticamente d'assedio la macchina del Presidente.

La tensione è altissima.

Poliziotti e carabinieri, giustamente impreparati di fronte ad un così imprevedibile e allo stesso tempo bizzarro avvenimento, spingono noi poveri passanti nelle viette che incrociano via del Tritone, ma senza risultato perché, si sa, è difficile riuscire contenere la curiosità della folla in casi come questi, soprattutto quando la folla non è animata da cattive intenzioni.

Due o tre minuti dopo lo spettacolo finisce, la limousine nera miracolosamente si rimette in moto e riparte, i gorilla la inseguono per cinque o sei metri, come da rito, prima di risalire a bordo delle jeep corazzate ed il corteo Presidenziale fugge via a tutta velocità.

Stefano Molini

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio