scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

07.07.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                accade a Roma

Via Appia Antica: aperta villa Capo di Bove

Domenica 9 luglio alle 11,30, con un concerto di musiche di Haydn e Mozart apre al pubblico Villa Capo di Bove di cui siamo veramente felici di raccontare la storia.

Nel 2002 il Ministero dei Beni Culturali, avvalendosi del diritto di prelazione, acquista la villa Capo di Bove con il terreno intorno di circa 8500 mq; si tratta di una villa su tre livelli degli anni 50 che sorge su una antica cisterna romana, di una dependance; la villa ha otto bagni e una piscina e davanti c'č un piccolo scavo fatto da proprietario che ha portato alla luce quello che sembra l'ambiente di un impianto termale.

Occorre ricordare a questo punto quello che č stata la battaglia di tutta la vita di Antonio Cederna: fare dell'Appia Antica un luogo tutelato. Infatti, incredibile ma vero, la "regina viarum" non č interamente sotto tutela in quanto la legge prevede che il vincolo si applica ad aree dove č presente un monumento. Sulla presenza di fabbricati abusivi per i quali ancora oggi si parla di sanatorie c'č una vasta letteratura e si puō immaginare quante obiezioni, ricorsi, addirittura interrogazioni parlamentari siano state fatte quando la sovrintendenza ha esercitato il diritto di prelazione.

Comunque l'interesse per la villa era fondato: appena si č cominciata la campagna di scavi č venuto alla luce un impianto termale sconosciuto del II secolo dopo Cristo, sicuramente un impianto termale privato. Il periodo č lo stesso in cui nelle immediate vicinanze si trovavano i possedimenti di Erode Attico ma non ci sono elementi certi per attribuire a lui la proprietā delle Terme.

Da domenica le Terme di Capo di Bove saranno aperte al pubblico con ingresso gratuito. E presto, appena ultimati i lavori di restauro sarā visibile la cisterna; la villa e la dependance ospiteranno l'archivio di Antonio Cederna e la raccolta delle epigrafi rinvenute sulla Via Appia, raccolta che č stata chiamata "Parole di pietra".

Una chicca: la piscina č stata riutilizzata: poichč trasportare la terra di scavo era un costo, i restauratori della sovrintendenza hanno pensato bene di versarla dentro la piscina i cui bordi sono diventati comodi sedili.

Su tutto le parole di Giuseppe Cederna che nella gioia di vedere realizzato parte dei sogni del padre, immagina che lo spirito di Antonio Cederna sia in questo luogo bellissimo un po' insieme ai suoi scritti, che dica, non sentito, "Buongiorno, venite, entrate, non si paga biglietto".

 

 

Ancora una curiositā: durante gli scavi delle Terme, sono stati rinvenuti forcelle per capelli, una spatola per unguento...oggetti smarriti dalle signore.

 

 

 

 

angela cannizzaro :)

In tutto questo mi sa che  tanti anni fa in questa villa ci sono venuta: i proprietari organizzavano ricevimenti su bordo piscina; era il matrimonio di Stefano, un collega di lavoro...Ma non ricordo molto della villa, era sera.

 

 

 

 

 

 


accade a Roma


soggettive

la cittā futura

c'era una volta

cittā del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zčtema

Upter

Cittā del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittā

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio