24/01/2006      chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


MiniposterCinema


AIG - ostelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                      antichi sapori di Roma

I carciofi alla giudia (ricetta di nonna Adriana )

Fanno parte ormai della tradizione romana più vera e verace, anche se acquisita e se nel nome vi è un riferimento che si richiama ad una cultura religiosa. Sono quanto di più romano vi sia come romano doc, ed il più vero, è il modo di vivere che i nostri concittadini che vivono in quel quartiere che una volta veniva chiamato”ghetto”, hanno come stile di vita. In omaggio a questa romanità universale che propongo questa ricetta che riscuote successo grande nella mia famiglia e fra i miei amici, sperando che non tornino solo per questo.

Pulire i carciofi e metterli in acqua e limone per 20 minuti. Toglierli dall’acqua e salarli e peparli.
Disporli in una pentola larga con olio di semi ( metterli adagiati con il gambo parallelo al fondo ).
Cuocerli a fuoco vivo, per rosolarli l’olio deve arrivare a metà carciofo, a pentola coperta e girarli per farli rosolare in modo uniforme. A cottura ultimata, toglierli dall’olio e farli scolare su carta paglia o scottex. Filtrare l’olio di cottura e metterlo in un pentolino alto di almeno 15 centimetri di diametro.
Quando i carciofi saranno freddi, aprirli delicatamente come fossero petali di un fiore farli di nuovo rosolare nel pentolino sul fuoco ad olio caldo, con il gambo rivolto verso l’alto, uno per volta.
Lasciarli scolare poi su carta paglia o scottex. Servire a tavola e buon appetito.

Nonna Adriana

 

cerca


soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco