scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

15.06.2009 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                         soggettive

Cartoline dalla Città Eterna

di Gianfranco Gramola

aprile 2008

Caro "I Love Roma" , da anni sono un grande appassionato di Roma, della sua storia, della sua cultura e del suo dialetto. Sono trentino e 30 anni fa il destino mi ha portato a fare il militare in quel di Bracciano e con Roma è scattato subito l'innamoramento, il classico colpo di fulmine. Da allora, tutti gli anni sono venuto a Roma per alcuni giorni, ospite di una mia zia che sta all'Eur.

 

Questo amore mi ha portato anche ad aprire un sito dedicato alla Capitale, che si chiama www.intervisteromane.net . Ci sono tornato in
questi giorni e devo ammettere che sono rimasto un pochino deluso da Roma, che stavolta ho trovato un po' più sporca del solito, centro storico
compreso, in terra una miriade di cartacce e cartelle di propaganda
elettorale che fra le altre proposte dei vari schieramenti promettono una
Roma più pulita (altra presa in giro?).

Ad ogni angolo del centro, barboni e finti mendicanti chiedono soldi e i mendicanti, spesso sono dei bambini. Ma quanti sono? Un reggimento? Se dai retta a loro, devi tirare fuori il portafoglio ogni 50 metri.

 

Altra cosa poco seria che ho notato a Roma è che i negozianti (alimentari, macellerie, ecc.) non usano il berretto, che è obbligatorio. Non so se è così solo a Roma o anche in altre città italiane, ma so che da noi in Trentino, se non lo usi, ti becchi una multa di 250 euro dai Nas. Le cinture in macchina non le usa nessuno. Non parliamo dei telefonini alla guida, ma quello si vede anche qui in Trentino ed è una vergogna. I bus li ho trovati un po' sporchi e pieni di scritte sui sedili e sulle pareti. Intorno alla stazione Termini, bivacchi di persone dell'est, poco raccomandabili e un odore di urina che ti invita ad evitare quella zona.

 

Una cosa che ho notato e che mi ha fatto sorridere molto è la vista di
tante donne con la sigaretta. Le donne, in questo vizio, battono gli uomini
alla grande ( e fortuna che dicono che le donne sono più intelligenti dell'uomo). Poi vanno al supermercato a chiedere del prosciutto cotto senza conservati, perché i conservanti fanno male, però fumano un pacchetto e mezzo di Marlboro al giorno, come se le sigarette fossero dei ricostituenti.


Una cosa che invece mi ha fatto piacere, nel soggiorno romano, a parte la bellezza unica dei monumenti, è la mancanza totale di zingari. In quattro
giorni che sono stato a Roma, non ne ho visto uno e questo mi ha reso la
visita alla Capitale più tranquilla e quindi senza il timore di essere
alleggerito del portafoglio. Altra cosa positiva è stata la visita a piazza
Navona, dove ho assistito a uno spettacolino di un'artista di strada.
Divertentissimo. I bucatini alla matriciana non mi hanno deluso per niente.
Sono sempre "eccezzziunali veramente"!

Come sono meravigliosi i tramezzini al pomodoro e tonno che trovi nei bar di Roma, per non parlare dei maritozzi con la panna (alla faccia del colesterolo). Altra cosa positiva che ho notato, è che i romani sui bus, fanno a gara nel cedere il posto agli anziani o alla vista di una donna in stato interessante e questo gesto li rende magnifici, stupendi.

 

Perdonami, caro "I Love Roma" questo mio piccolo sfogo, so che Roma è una grande metropoli e questo comporta anche disagi e problemi enormi. Speriamo che i politici che andranno al governo, mantengano
tutte le loro promesse riguardo ad una Roma più pulita, più sicura, eccetera e che non siano solo chiacchiere elettorali e poi chi s'è visto, s'è visto.


Arrivederci Roma, alle mie prossime "vacanze romane".

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio