08/02/2006      chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


MiniposterCinema


AIG - ostelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                      antichi sapori di Roma

 

CASTAGNOLE….. Aria di festa!!!!
 

3uova
3 cucchiai di zucchero
1 bustina di lievito
½ bicchiere di olio di semi di girasole
2 bicchieri di farina
½ limone spremuto
1 bicchiere di latte
                                                    olio di semi di girasole anche per la frittura

In una ciotola mettete insieme le uova e lo zucchero e con la frusta mescolate come se fosse un zabaione.
Aggiungete una bustina di lievito sciolto in mezzo bicchiere di latte e a seguire l’olio (è importante che sia di semi di girasole perché è più leggero) e mezzo limone spremuto nel passino.
Incorporate la farina passandola al setaccio in modo che non cada tutta insieme formando grumi ed il mezzo bicchiere di latte rimasto che vi aiuterà a rendere omogeneo l’impasto.
Ed ora preparate l’occorrente per la frittura:
In una pentola anti- aderente mediamente alta (quella che usate per far bollire la pasta corta va benissimo) mettete la quantità di olio giusta per friggere e aspettate che arrivi a temperatura.
Anche in questo caso si raccomanda l’olio di semi per la leggerezza e la croccantezza del fritto.
Da qui in poi dovrete essere davvero molto rapidi nei movimenti, altrimenti le castagnole verranno fuori con delle forme strane.
L’importante è non scoraggiarsi ai primi tentativi; per ottenere delle castagnole perfettamente rotonde ci vuole un po’ di esercizio, vi anticipo che le prime volte saranno delle gustosissime frittelle!!!!
State a sentire: con il cucchiaio dovete prendere l’impasto e versarlo con estrema decisione e parecchia velocità nella padella, se siete stati bravi vi accorgerete che il calore dell’olio e la quantità di lievito la faranno immediatamente gonfiare a forma di pallina.
Una buona soluzione per evitare disastri è utilizzare lo strumento in acciaio che serve per fare le palline di gelato.
Scolate le castagnole dall’olio con la “scolatora romana” e lasciatele per qualche secondo poggiate sulla carta assorbente del pane.
Dopo tutta questa fatica gratificatevi pure!!!! Buon Appetito!


Nonna Giulia
 

cerca


soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco