scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

24.07.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                        for de porta

Un concerto in Piazza

Piazza Santa Maria, a Cerveteri, è già uno spettacolo grandioso di per sé, intendo dire a prescindere dalle varie manifestazioni che di tanto in tanto ospita. In settimana mi sono trovato ad attraversarla, un pomeriggio, sotto il cocente impietoso sole; era deserta, anzi no, due ragazzini si inseguivano attorno alla fontana del dolio, cercando un minimo di refrigerio scagliandosi addosso l’un l’altro manciate di acqua. Riparato dall’esigua ombra delle mura antiche del Museo, mi sono soffermato per l’ennesima volta ad ammirare l’austero Palazzo Ruspoli, le Case Grifoni, la Chiesa di Santa Maria, che ben poco di bello offre esternamente al visitatore, ma che al suo interno cela un vero tesoro: l’antica chiesa dell’anno mille, eretta su strutture romane.
Sabato 22 luglio, sera, la piazza aveva mutato completamente aspetto, gremita fino all’inverosimile da un pubblico che non ha davvero lesinato applausi agli oltre cento professori della Banda Musicale della Guardia Finanza, disposti su un enorme palco eretto di fronte a Palazzo Ruspoli. Invitata in occasione dell’anniversario del riconoscimento di patrimonio mondiale dell’umanità conferito dall’Unesco alla nostra Necropoli, la spettacolare orchestra, diretta dal Maggiore Leonardo Laserra Ingrosso, si è magistralmente esibita nell’esecuzione di brani di Rossini (Sinfonia della Gazza Ladra), Wagner (Ouverture del Rienzi), Ketelby (In un mercato persiano), Piazzola (Libertango), e poi un apprezzatissimo medley di brani latino-americani accompagnati e scanditi da interminabili applausi.
C’è poco da dire, Cerveteri stavolta ha fatto veramente il colpo grosso, dando vita ad una manifestazione musicale di alto livello. Una scelta culturale coraggiosa, contrapposta all’assalto che nelle tiepide notti di questa afosa estate riscontriamo su tutto il litorale laziale, portato da cabarettisti più o meno “in”, da vecchie e nuove glorie del canto, da letterine, veline, calendarine e quant’altro. Bene, il grande successo di pubblico, le continue standing ovation e le innumerevoli richieste di bis, hanno dato ragione alla scelta.
La manifestazione è stata presentata da un Giuliano Gemma in gran forma nella sua impeccabile signorilità, coadiuvato dalla simpatica figlia Vera.
Una notizia che non può non far piacere ai Cerveterani: il grande attore, che ci ha affascinato con le sue mirabili interpretazioni prima nel cinema e poi in serial televisivi di grande successo (chi non ricorda l’alto ufficiale della Guardia di Finanza, il colonnello Fioravanti) è diventato da poco nostro concittadino. Benvenuto tra noi.
Claudio

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio