scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

venerdì 22 aprile 2011

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                           fuori porta

 

Colleferro

A Colleferro, anzi COLEFERO, c'è Giovanni che tutte le volte che sono andata agli incontri con i suoi studenti del liceo, è sempre venuto a prendermi alla stazione per poi riaccompagnarmi. Perchè il liceo dove lavora Giovanni, come tutte le scuole nuove, è fuori dal centro della città, questa è tanto fuori che il confine col comune di Segni, già provincia di Frosinone, passa proprio sulla strada davanti alla scuola; Giovanni dice "lo vedi questo campo? è a Segni."

 

Dalla stazione che è davanti al cementificio, di Colleferro si capisce il vero e cioè che è nata come città industriale, esattamente 75 anni fa quando venne impiantata "la fabbrica". Giovanni mi ha sempre raccontato che la città è interessante proprio perchè nata come borgo operaio, interessi anche architettonici dato il periodo in cui è stata fondata, in pieno Movimento Moderno.

La settimana scorsa, ultimo incontro con i ragazzi, magnifico pomeriggio di solo, ho annunciato che al ritorno bastava che Giovanni mi lasciasse alla rotatoria prima del viadotto che va alla stazione perchè avevo intenzione di fare un giro per Colleferro. Ma quando siamo arrivati alla rotatoria, Giovanni ha girato verso il centro perchè aveva deciso di farmi da Cicerone. Sempre molto gentile, Giovanni.

E questa è Colleferro un po' dal finestrino, un po' dal parabrezza.

 

La piazza del Municipio è simile a tutte quelle delle città "di fondazione" del periodo fascista:Pomezia, Sabaudia... ricordano le geometrie metafisiche di De Chirico. Un peccato che siano legate al periodo fascista...

 

La chiesa di S. Barbara di Riccardo Morandi, edificata nel 1937, è una delle prime costruzioni in cemento armato. Giovanni mi ha detto che il progettista si è ispirato alle arcate sopravvissute del vecchio castello in rovina.

 

Le case operaie furono costruite per dare alloggio ai lavoratori della fabbrica. Ma la direzione della fabbrica non si limitò alle case, costruì anche l'ospedale che si trova nel cuore di Colleferro. In un certo senso Colleferro si può considerare la città della fabbrica.

 

L'altra piazza importante di Colleferro. Sono edifici dall'aspetto essenziale. Questo voleva il Movimento Moderno: liberare l'architettura dai fronzoli, dare senso estetico alla funzionalità e applicare le nuove tecnologie. Non era male.

 

Altri edifici. Ma non era solo essenzialità per l'edilizia abitativa popolare o poco più che ad occhi disattenti può sembrare povertà. C'erano anche edifici in cui gli architetti del movimento moderno sperimentavano concetti nuovi come l'asimmetria.

 

Il viadotto verso la stazione è stato costruito di recente. Prima si attraversava la fabbrica. Poi la direzione non lo ha reso possibile, posso immaginare anche per motivi di sicurezza. Di fatto la fabbrica è l'elemento riconoscibile della città, come per Roma il Colosseo.

 

La stazione: è piccola, non ci sono nemmeno i sottopassaggi, solo tre binari ma i treni sono frequenti perchè Colleferro è sulla linea che da Roma va a Cassino e a Frosinone, praticamente lungo la via Casilina.

 

Sempre alla stazione. Non si perchè mi piacciono tanto questi serbatoi dell'acqua. Mi sembrano Angeli dispensatori... Un amico mi ha spiegato che sono "torri piezometriche", alte perchè per il principio dei vasi comunicanti, portano l'acqua negli edifici in basso.

 

E lui è Giovanni.

Professore, affabulatore, appassionato di politica... Ci ha rilasciato una intervista che presto sarà pubblicata sulla pagina di Banca della Memoria - Provincia di Roma

 

 

angela :)


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema