scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

20.12.2008 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                     la città futura

Nuove regole per l'uso delle piazze del centro
A rischio la location di piazza San Giovanni per il concerto del I Maggio
Stop a qualsiasi manifestazione o evento a carattere commerciale, eccezion fatta per la tradizionale festa dell'Epifania di piazza Navona; possibilità di svolgere solo eventi istituzionali, nazionali o internazionali, manifestazioni politiche e sindacali con una regolamentazione, decisa dal Campidoglio, per un massimo di due eventi al mese; un unico progetto scenografico e regole certe per le autorizzazioni con particolare attenzione verso l'informazione dei residenti.

Sono alcune misure contenute nella proposta di delibera consiliare a firma del delegato del sindaco per il centro storico Dino Gasperini e del presidente della Commissione cultura Federico Mollicone per ridisegnare l'attività nelle piazze del centro storico della Capitale.
Piazza del Popolo, piazza di Spagna e piazza Venezia, ma anche piazza Trilussa e Largo della sanità militare (Celio), Campo 'De Fiori e piazza San Giovanni sono solo alcuni dei 27 luoghi simbolo che la proposta di delibera vuole tutelare.

Il provvedimento, che dovrà andare all'esame della commissione e poi del consiglio comunale, è frutto di un confronto con le associazioni dei residenti e dei commercianti e, soprattutto con l'ufficio della Soprintendenza ai Beni culturali del Comune di Roma, tanto che il soprintendente Umberto Broccoli si è detto entusiasta dell'iniziativa.

Futuro in dubbio anche per il tradizionale concerto del Primo maggio in piazza San Giovanni. Nella proposta di delibera al consiglio comunale di Roma viene prevista "l'individuazione di luoghi alternativi all'area centrale archeologica e monumentale di Roma per lo svolgimento di grandi eventi ad alto impatto acustico particolarmente invasivi nei confronti della realtà urbana circostante".

"E' arrivato il momento - ha spiegato Mollicone - di pensare che un evento che andrebbe ospitato in uno stadio continua a essere organizzato in un luogo compreso tra la Basilica di San Giovanni e un'area residenziale". "Nel 2000 - ha aggiunto Gasperini - Rutelli ha deciso che la giornata mondiale della gioventù si svolgesse a Tor Vergata; se c'è andato il Papa può andarci anche qualcun altro".

Tra le idee del delegato del sindaco per il centro storico Dino Gasperini c'è anche quella di ripensare la tipologia e la funzione dei banchi del mercato di Campo de Fiori. Nel presentare la proposta di delibera di iniziativa consiliare sul "Nuovo regolamento d'uso delle piazze del centro storico" Gasperini ha parlato della possibilità di avere di giorno i banchi del mercato e la sera un'esposizione culturale a cielo aperto di statue ed antiquariato.

"Chi ci impedisce - ha detto Gasperini - di trasformare, la sera, i banchi del mercato in espositori che potrebbero ospitare mostre di scultura o di antiquariato nell'ottica che le piazze storiche possono diventare un museo a cielo aperto. I turisti la sera non sanno dove andare, questo potrebbe essere un modo per ampliare l'offerta culturale".

 

da www.repubblica.it
 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio