26/01/2006      chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zètema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


MiniposterCinema


AIG - ostelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                       la città futura

 

Progetti per le aree di compensazione

Vediamo se riusciamo a raccontare semplicemente cose piuttosto complesse.

Può succedere in una città che il vecchio piano regolatore prevedesse che in una certa area i privati potessero costruire un certo numero di edifici per averne una rendita. E può accadere che il nuovo piano regolatore in vece, considerato un particolare pregio dell'area, preveda destinazioni pubbliche. E' successo  per esempio a Tormarancio dove una certa area diventa un pezzo del più vasto parco dell'Appia Antica. E allora si propone ai privati che avevo le concessioni per edificare, di andare nelle cosiddette "aree di compensazione" dove però occorre provvedere anche ai servizi pubblici necessari alla nuova area: scuole, parcheggi, parchi, verde, asili nido.

A Roma queste aree sono 15 e il Comune per queste aree ha deciso di accollarsi l'onere finanziario di bandire concorsi di architettura per la progettazione delle opere pubbliche.

 

Non sembra ma è una piccola rivoluzione: fino ad ora si sono banditi concorsi per le grandi opere: l'auditorium, il Museo dell'Ara Pacis, la Nuova fiera di Roma... Invece si tenta di far passare il concetto della qualità architettonica anche nelle piccole opere (non meno importanti) come un asilo nido, un parcheggio. Veltroni lo ha chiamato "il bello contemporaneo" che va a riqualificare le periferie perchè non è scritto da nessuna parte che la bellezza debba risiedere solo in centro storico. Ecco.

Da oggi nelle aree di compensazione si farà "architettura". Come era successo per le piazze, o per le tre scuole elementari più belle del mondo più o meno un anno fa.

C'è anche un altro benefico effetto: i concorsi per le 15 aree, creeranno mercato per giovani architetti che potranno cimentarsi in una cosa veramente importate e culturalmente alta: progettare.

Le prime aree interessate ai concorsi sono:

1. Prato Smeraldo, Colle delle Gensole, Divino Amore

2. Cinquina Bufalotta, Pontina, Fontana Candida, Divino amore

 

C'è un sito dove reperire tutte le informazioni e scaricare la documentazione necessaria.

www.urbanistica.comune.roma.it/iconcorsi

 

ac

 

cerca


soggettive


accade a Roma


la città futura


c'era una volta


città del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco