accade a Roma


percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema

 

 

 

scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

venerdì 15 febbraio 2013

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                                                         dove siamo?

Una dedica d'amore su cui passare lievi, come le lapidi a terra nelle chiese.
 

 

Dove eravamo?

Immagine tipica delle cittadine medievali dove giustamente, passati i secoli bui, si è approfittato delle Mura per addossarci le case e anche costruircele sopra (quale fondazione più solida? quale vista più panoramica?). Il Lazio, l'Italia, l'Europa sono pieni di queste città che sembrano nascere dalle mura a loro volta nate dal tufo.

E qui, incredibilmente, siamo a Roma, nell'unico punto in cui sulle Mura Aureliane si sono costruite case.

 

Il tratto è quello immediatamente vicino a Porta Tiburtina, chiamata poi Porta San Lorenzo dalla Basilica omonima che si trova appena fuori le Mura nell'altrettanto omonimo quartiere.

Eccezione più unica che rara, anzi decisamente unica a Roma perchè all'interno delle Mura la legge di Roma imperiale, vietava le costruzioni per garantire la massima accessibilità e percorribilità interna ai fini della difesa della città.

 

 

Quella che si vede sulle Mura è la settecentesca Villa Dominici i cui giardini pensili proseguono, sempre sulle Mura, per un meraviglioso tratto.

Mi sono chiesta, come mi capita spesso, da dove entrano in questa misteriosa, bellissima villa evidentemente abitata. Ed è scattata l'avventura.

 

 

 

L'ingresso ovviamente è "dentro le Mura", su Viale Pretoriano ed è un cancello alto da cui si intravede la villa immersa negli alberi.

Ma un'altra meraviglia sta più avanti, proprio a ridosso della Porta su Viale di Porta San Lorenzo, dopo quegli archi sotto cui passano veloci le macchine dirette a Castro Pretorio, in quell'angolo che sembra destinato solo a loro e dove si avventurano pochissimi pedoni.

 

 

Incassati in una arcata e chiusi da una cancellata,  ci sono l'ingresso di una carrozzeria e il portone delle condominio "povero" le cui finestre piccole e modeste si vedono dall'altra parte, prima e più in basso dell'edificio della Villa. Forse erano le case della servitù... ancora adesso l'aspetto esterno è piuttosto dimesso e popolare ma chissà...

 

 

 

 ng