accade a Roma


percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema

 

 

 

scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

venerdì 15 marzo 2013

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                                                                            dove siamo?

 

Era una notte buia e misteriosa....

 

 

Dove eravamo?

Gironzolavo per San Lorenzo approfittando di un forte anticipo su un certo appuntamento, per ricucire i pezzi del quartiere che conosco e provare ad impossessarmene nell'unico modo possibile: girare a piedi.

Da via del Campani ho visto una ciminiera ce mi ricordava vagamente qualcosa, ricordi di compagni di liceo che mi parlavano di una sede universitaria, di una qualche facoltà... forse psicologia... che stava nella sede di una vecchia birreria...

Era la vecchia birreria Peroni che qui si era trasferita quando gli impianti di Via Alessandria non erano più adeguati.

 

E cercando la ciminiera sono arrivata a Via dei Sardi. E stavo andando via per via dei Marsi quando le ho viste: tante bambine che si tengono per mano, dipinte sul muro di cinta di un istituto religioso,sagome come quelle che ritagliavamo da bambini... mi sono avvicinata sorridendo e appena ho letto la targhetta sulla prima sagoma mi è preso un colpo, come si dice da questa parti: c'era scritto "Angela ammazzata il 5/01/2012" ed è stato chiaro:: 107 sagome per le 107 donne ammazzate in Italia nel 2012.

Il murales è stato realizzato da un gruppo di donne.

“Deliberatamente non ci siamo definite in alcun modo perché crediamo che non ci sia bisogno di appartenere a una categoria precisa per prendere posizione davanti a un fatto così grave. Siamo un gruppo di donne, amiche. Che vogliono dire basta”.

 

Il progetto ha avuto il patrocinio del Municipio III di Roma per volontà del Presidente del Municipio e della Commissione delle Elette.

 

Sono andata via che, giustamente, pioveva.

Credo che questo monumento alla memoria dovrebbe diventare meta di visite.

 

Ecco le foto della realizzazione

 

 

angela cannizzaro :)


 

 

 

 

 

 ng