accade a Roma


percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema

 

 

 

scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

sabato 11 maggio 2013

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                                                                            dove siamo?

 

 Come le antiche statue

 

Dove eravamo?

Siamo sempre al Campidoglio e questa è la Torre di papa Niccolò V costruita nel 1453 a difesa del Palazzo Senatorio. E' la parte del campidoglio che guarda verso i fori e dove c'è il famoso studio del sindaco col balconcino da cui si gode una vista meravigliosa.

siamo quindi alle spalle della piazza.

il campidoglio ha una storia comprensibilmente molto lunga.

All'inizio su questa che è la parte più alta del colle Capitolino, quello dove le oche starnazzando avvisarono che stavano arrivando i Galli invasori, c'er il Tabularium, l'Archivio della Repubblica; è la parte che ha resistito,costruita in grandi blocchi di tufo, c'è ancora, porta lo stesso nome ed è parte dei Musei Capitolini.

Sul Tabularium nel medioevo la famiglia dei Corsi costruì il suo palazzo fortificato che più tardi, nel 12esimo secolo, diventò la sede del comune e la residenza del Governatore che amministrava la città: era un edificio tipico del periodo, in mattoni e con quattro torri merlate costruite in epoche successive e di cui sono visibili le due che guardano verso il Foro, di cui una è quella di cui parliamo dove c'è l'ufficio del Sindaco.

La torre e tutto l'affaccio sul Foro adesso ha un aspetto e un ruolo secondario rispetto alla piazza perchè nel 1538 papa Paolo III Farnese decise una risistemazione dell'intero palazzo e affidò i lavori a Michelangelo. Questi fece un ragionamento: dai tempi repubblicani prima, degli imperatori poi e dal buoi medioevo i poli di interesse e in generale la vita dei cittadini si erano spostati; se prima Roma gravitava sui Fori, dopo la caduta dell'imparo romano, la vita si era spostata nell'ansa del fiume, nella zona del Campo Marzio e verso il Vaticano. Così Michelangelo decise di rivolgere la facciata del palazzo esattamente dalla parte opposta dei Fori ornai abbandonati da secoli, verso la città che noi conosciamo; progettò la nuova facciata e la piazza con la meravigliosa pavimentazione a stella che, incredibile, fu realizzata solo nel 1940 sui suoi disegni originali. E la Torre con l'ufficio del Sindaco passò in secondo piano.

... ogni volta che scrivo "Sindaco" penso agli anni meravigliosi di Veltroni. Ma questa è un'altra storia.

angela :)

 

 

 


 

 

 

 

 ng