accade a Roma


percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema

 

 

 

scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

giovedì 16 maggio 2013

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                                                                            dove siamo?

 

 Un antica scala

 

Dove eravamo?

Davanti alla "Dea Roma" a piazza Monte Grappa. E considerato che la statua nella foto era ancora poggiata sull'acqua, possiamo davvero usare il verbo al passato.

La statua di Igor Mitoraj consegnata alla città di Roma nel settembre del 2003 e all'allora sindaco Veltroni, era una fontana.

 

Poi l'acqua è scomparsa e ai piedi della dea Roma, nella vasca, si è accumulare immondizia.

Tutto molto triste, povera Dea, tanto che Mitoraj ha proposto di ricomprarla e collocarla in un posto dove la amasse di più.

E allora qualcosa si è mosso, forse qualcuno si è vergognato... e il giardino intorno è stato pulito.

L'acqua ancora non è tornata, ci sono rovi e la ringhiera è divelta.

Povera Dea.

 

 

 

Ieratica e sorridente. Bella.

Pensata per apparire e sorridere a chi arriva veloce dal Ponte del Risorgimento.

Non facile da raggiungere a piedi, apparentemente isolata.

 

 

 

 

 

 

 

E invece la si raggiunge, si arriva quasi a toccarla; ed è ancora più bella e sorridente, con i suoi occhi enigmatici come quelli delle antiche statue.

E alle sue spalle c'è anche un giardinetto con le panchine, soste per un quartiere che è il più "anziano" di Roma.

L'abbiamo trattata tanto male e lei invece sorride sempre anche se da vicino sembra un po' triste.

 

 


angela :)

 

 

 


 

 

 

 

 ng