accade a Roma


il sindaco Marino

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema

 

 

 

scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

venerdì 18 ottobre 2013

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   dove siamo?

Non si direbbe ma ci siamo stati tutti e più di una volta

 

Dove eravamo?

A via Marmorata ed è la bellissima, famosa caserma dei Vigili del Fuoco.

Risale al 1929 e all'epoca fu un modello di funzionalità: quella curiosa parte curva che gira su via Galvani, serviva a garantire l'uscita delle autopompe in tutte le direzioni possibili e la torre serviva a far asciugare all'ombra e in verticale le lunghe fettucce per l'irrogazione dell'acqua dopo essere state usate per spegnere gli incendi.

Furono scelti il tufo e il travertino, materiali della tradizione costruttiva romana e le forme sono tipiche dell'architettura razionalista, quella del movimento moderno che molto sbrigativamente definiamo fascista, o di regime e, per questo motivo, sentiamo che non ci piace.

Purtroppo non è facile separare l'immagine dal periodo in cui è stata generata ma varrebbe la pena di ricordare che il Movimento Moderno fu fortemente innovativo e ha lasciato belle opere di architettura. A parte l'EUR, che il travertino e le dimensioni hanno reso sempre u po' freddo, a Roma possiamo ricordare gli uffici postali di via Marmorata e piazza Bologna, la tessa stazione Termini nelle due ali laterali prospettiche. Spostandoci "for de porta, il centro di Sabaudia che sembra uscito da u quadro di Giorgio De Chiriico...

Riprendiamoci l'architettura razionalista che ha avuto la sfortuna di nascere in tempi bui.

 

angela :)
 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 ng