accade a Roma


il sindaco Marino

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema

 

 

 

venerdì 15 agosto 2014

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   dove siamo?

 

 

Dove eravamo?

Di nuovo all'EUR, sotto al colonnato di Marcello Piacentini del Museo della Civiltà Romana. E' una bella opera di architettura razionalista pensata per contenere tutto quello che può documentare la vita della Roma antica tra cui calchi di opere, di complessi monumentali, plastici anche di grandi dimensioni.

Una architettura che contiene architetture....

Per comprendere il senso di contenitore nella sua forma e contenuto, bisogna pensare al periodo storico in cui questo museo è stato concepito insieme a tutto il contesto urbano circostante. Erano gli anni del fascismo, immediatamente prima della guerra, il mito di Roma era fondamentale per la propaganda del regime che puntava a rinfocolare il patriottismo e l'architettura razionalista era al massimo del suo sviluppo. Il peso negativo che il fascismo ha avuto nella storia del nostro paese, secondo me ci a fatto sottovalutare il valore delle opere realizzate in quel periodo.

L'EUR ci appare "freddo" e certamente il fatto che non sia stato pensato e nemmeno adattato alla fruizione minima, pedonale, nei decenni successivi, che non si sia fatta promozione come luogo di passeggio, non ha aiutato ad apprezzare una architettura che ha avuto grandi meriti di innovazione e l'unico demerito di essersi sviluppata negli anni bui dei regimi dittatoriali in Europa. Le dimensioni"grandiose" non hanno aiutato considerato che le nostre sono abitudini a centri urbani minuti, familiari...

Il risultato è che guardiamo a questi luoghi e a queste opere con sospetto e distacco.

E invece a percorrere questo colonnato metafisico sembra che per magia ci abbiano trasportati in un quadro di De Chirico.

E qui, al Museo della Civiltà Romana, c'è il giocattolo più bello che possiamo vedere: il plastico di Roma Antica.

Da non perdere per niente al mondo.

 

le risposte a

lascatolachiara@hotmail.com


angela :)
 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 ng