accade a Roma


il sindaco Marino

nei luoghi di Ettore

rioni di Roma

percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema

 

 

 

venerdì 12 settembre 2014

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   dove siamo?

 

 

Dove eravamo?

All'Isola Tiberina che personalmente, sarà per via dell'acqua, trovo che sia uno dei posti più belli di Roma. Quello che abbiamo fotografato è il salto subito dopo Ponte Cestio.

si tratta di un "salto" artificiale creato per due motivi: arginare i materiali galleggianti o semigalleggianti (quel vortice colorato di bottiglie che qualcuno pensa bene di gettare nel fiume come fosse una pattumiera e che poi vengono rimossi) e per ossigenare l'acqua del fiume stesso (mi viene in mente che così si sviluppano meno schifezze e i pesci stanno meglio).

L'effetto è imponente anche se in questo punto del Tevere c'è solo un braccio: sembra un gigantesco, spesso telo di seta verde che parla con voce potente. Starci vicino scendendo sugli argini a me ha provocato sempre un vuoto allo stomaco, una vertigine di rispettosa paura della effettiva potenza del fiume. Qui, forse più che in altri punti, si capisce che il Tevere è un Dio.

 

 

 

le risposte a

lascatolachiara@hotmail.com


angela :)
 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 ng