scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

19.05.2007 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                accade a Roma

VICINI VICINI: SABATO 26 maggio 2007

Torna a Roma la seconda edizione della festa che incoraggia i rapporti di vicinato e “contagia” altre città italiane

www.festadeivicinidicasa.it

 

Rafforzare i rapporti di vicinato, sviluppare la convivialità e lottare contro l'individualismo e l'isolamento sono gli obiettivi della seconda edizione romana di “Vicini Vicini. La Festa dei Vicini di Casa”, un’iniziativa fortemente voluta dall’amministrazione comunale, che torna nella Capitale sabato 26 maggio 2007, dopo il grande successo riscosso dalla prima edizione tenutasi nel maggio 2005.

Saranno infatti 18 le città e province italiane che il 26 maggio 2007 aderiranno all’iniziativa, da nord a sud (Bari, Belluno, Bologna, Brescia, Caltanissetta, Forli-Cesena, Imola, Latina, Livorno, Mantova, Parma, Pavia, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Sondrio, Torino e Varese), con iniziative diverse: feste di quartiere, spettacoli, incontri tra vicini dei quartieri di edilizia popolare

Nata a Parigi nel 1999 come una piccola iniziativa di quartiere, la Festa dei Vicini di Casa è stata estesa a livello europeo nel 2003 e coinvolge oggi 6 milioni di persone in oltre 500 città. Ogni anno in Europa La Festa dei Vicini di Casa riunisce nell'ultimo martedì del mese di maggio, in grande semplicità, gli abitanti di una stesso condominio o di una stessa zona intorno ad un buffet o ad un aperitivo tra vicini.

L’idea che anima “Vicini Vicini. La Festa dei Vicini di Casa” è dunque la volontà di aiutare e promuovere “la vicinanza” intesa come primo momento di socializzazione, che incoraggi rapporti quotidiani fatti di gesti di solidarietà piccola e grande, di scoperta di nuove amicizie.

Troppo spesso tra vicini di casa i rapporti si limitano ad un semplice cenno di saluto formulato frettolosamente sul pianerottolo, distrattamente per le scale, o con imbarazzo in ascensore; troppo spesso al condominio si associa solamente l’idea di estenuanti riunioni. Ma un condominio, una villetta multifamiliare, un palazzo, un insieme di palazzi che si affacciano su un grande cortile - come tanti ce ne sono a Roma - sono e possono significare anche e soprattutto un insieme di persone che convivono e condividono gli stessi spazi comuni, traendo dalla vicinanza “geografica” una fonte di aiuto, armonia, solidarietà e comprensione.

Il successo dell’iniziativa sarà decretato anche dai piccoli gesti. Il senso della festa è passare un po’ di tempo insieme e conoscersi meglio. Qualunque idea pensata a questo scopo può essere buona: un aperitivo, un pranzo, un party con musica e giochi per adulti e bambini. Le locations possibili sono tante, dalla propria abitazione ad uno spazio condominiale, dall’androne al cortile, alla terrazza.

Per la seconda edizione di “Vicini Vicini. La Festa dei Vicini di Casa”, il Comune di Roma ha deciso di affiancare alle feste spontanee organizzate dai cittadini 4 eventi speciali gratuiti, ispirati al tema del vicinato, che si svolgeranno durante tutto l'arco della giornata.

SCHERMI VICINI. Presso Vetrina Roma alla Stazione Termini (piazza dei Cinquecento) e al Museo di Roma in Trastevere (piazza Sant’Egidio 1b), dalle ore 11.30 alle ore 19, sarà proiettato un filmato di circa 30 minuti, un montaggio di spezzoni cinamatografici sui rapporti di vicinato, tratti dalle pellicole più amate del cinema italiano, selezionati da L’Officina Film Club.

Schermi Vicini sarà una sorta di antologia della figura del vicino di casa, così ben ritagliata nel nostro cinema, sopratutto a partire dalla stagione neorealista. Negli anni seguenti “il vicino di casa” diventa imprescindibile in tanta nostra commedia. Spesso, le problematiche e il contesto in cui la figura del "vicino" - anche al cinema - viene a trovarsi, offrono la possibilità di toccare con immediatezza, ma senza invadenza, temi, comportamenti e situazioni importanti e significative (dal contrasto nord-sud alle tensioni familiari, dal murtare dei costumi al modificarsi delle dinamiche familairi...). La selezione di scene e sequenze presenta un approccio del tutto originale alla produzione cinematografica italiana degli ultimi 50 anni.

Tra i titoli dei film che “ammiccheranno” ai “vicini di casa” anche opere di grandi maestri del cinema italiano come Benigni, Blasetti, Comencini, D'Amico, De Filippo, De Sica, Emmer, Farina, Germi, Mastrocinque, Mattoli, Monicelli, Ozpetek, Pasolini, Pietrangeli, Placido, Salce, Scola, Steno, Visconti, Zampa, ecc.

BAMBINI VICINI. Sul prato di Villa Doria Pamphilj - nello spazio antistante la Casa dei Teatri presso Villino Corsini - dalle ore 15.00 alle ore 18.00 il Teatro Verde di Veronica Olmi organizza giochi, animazioni ed attività di svago per i bambini e le famiglie, rigorosamente sul tema del “vicinato”.

Ecco allora il laboratorio "casalingo", manuale e creativo, che vede come protagonisti cucchiai e forchette di legno che diventano burattini, calzini che diventano draghi (ne cade sempre uno dal piano di sopra), impasti con sale e farina per creare vere e proprie sculture. Ci saranno anche le storie di vicinato con un narratore/cantastorie che racconterà favole vecchie e nuove di vicini di casa e di quartiere. Danze e balli popolari del nostro e di altri continenti coinvolgeranno i presenti. Giochi campestri e da cortile, di ieri e di oggi, divertiranno bambini e adulti con gare, conte, corse dei sacchi, ula-op, campana, corda, tiro alla fune, elastico, staffette, pentolacce, dama, scacchi e shangai giganti. Ancora, letture, canzoni, poesie, filastrocche, ricordi, aneddoti e curiosità della Roma vecchia e nuova saranno interpretati da due attori, che impersoneranno un musicista e un pittore che si "rubano la scena".

SUONI VICINI. Presso l’Anfiteatro del Parco di Tor Tre Teste il concerto al tramonto di musica rock ed etnica a cura di Abraxa Teatro sarà un’occasione di divertimento, nell’atmosfera rilassante del crepuscolo primaverile. Dalle ore 18.00 alle ore 20.30 si esibiranno i tre gruppi Noyalta, Verbamanent e Yampapaya.

VICINO VICINO. In serata invece, dalle ore 21.00 alle ore 22.15 circa, il cortile del Museo di Roma Palazzo Braschi (piazza S. Pantaleo 10) diventa il palcoscenico all’aperto per “Vicino vicino”, uno spettacolo teatrale di letture e musiche sul tema della memoria condivisa tra i cittadini dei quartieri di Roma. Lo spettacolo - realizzato e diretto da Emanuela Giordano con la partecipazione di Roberto Ciufoli, Fabio Ferrari, Paolo Giovannucci, Sabrina Knaflitz, Ludovica Modugno e Maria Teresa Pintus e le musiche dal vivo del trio Giovanna Famulari (violoncello), Massimo De Lorenzo (chitarra), Ermanno Dodaro (contrabbasso) - racconta le passioni, i ricordi e le emozioni del vivere "vicini", la Roma di tutti i giorni, che non trova posto in nessuna cartolina, e si racconta in diretta. Tra desideri, ironie e nostalgie, si intrecciano i mille volti di Roma, un mosaico molto colorato, una campionatura che va dal Pigneto a San Giovanni, da Corviale a Borgo Prati.

Anche le Biblioteche di Roma, così come i cortili, le terrazze e gli androni dei condomini, il 26 maggio 2007 diventano luoghi per stare insieme e in occasione della Festa dei vicini di casa organizzano iniziative che vanno dalle attività di animazione alle letture ad alta voce, dalla presentazione di libri alla proiezione di film, alla raccolta di citazioni sul tema dei vicini di casa.

Le biblioteche coinvolte sono: Appia, Franco Basaglia, Corviale, Gianni Rodari, Elsa Morante, Pigneto, Raffaello, Rispoli, Sandro Onofri, Enzo Tortora, Valle Aurelia, Villa Leopardi e Villa Mercede

Oltre alla presentazione delle finalità, degli obiettivi e delle opportunità offerti da “Vicini Vicini”, sul sito ci sono alcuni consigli su come partecipare all’iniziativa, i contatti per saperne di più, le informazioni sugli eventi, le modalità per segnalare la propria festa e la mappa delle feste segnalate dagli altri utenti.

Particolare attenzione quest’anno è dedicata ai bambini, dei quali si invita a spedire eventuali lavori e opere legate al tema. L’utente che visita il sito per la prima volta e vi ritorna per aggiornarsi troverà un menù che invita all’interattività, con la possibilità di inviare commenti, suggerimenti, “le citazioni dei vicini” e “i racconti in 15 righe” (segnalazioni di libri, film, canzoni, spettacoli e brevi racconti che riguardano il tema del “vicinato”). Inoltre una sezione del sito raccoglierà i contributi video, audio e fotografici realizzati durante le feste dei Vicini di Casa.

Informazioni sull’iniziativa possono essere richieste in qualsiasi momento al contact center ChiamaRoma 06.0606, attivo 24 ore su 24. www.festadeivicinidicasa.it


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio