scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

21.06.2008 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                          for e porta

Al via la VII Edizione del Festival Paganiniano di Carro
“Niccolò Paganini e il virtuosismo strumentale”
19 luglio – 14 agosto
Val di Vara – La Spezia

informazioni utili

La Spezia.

Per la VII edizione del Festival Paganiniano di Carro, dedicato al geniale violinista e compositore genovese, che si svolgerà in Val di Vara dal 19 luglio al 14 agosto, la Società dei Concerti della Spezia e il direttore artistico Bruno Fiorentini presentano un ventaglio di proposte musicali di grande qualità con protagonisti di chiara fama internazionale quali Bruno Canino e Sergej Krylov, Alirio Diaz e suo figlio Senio, Mengla Huang (Premio Paganini 2002), Anna Tifu, l’Orchestra di Caserta, il Trio Beethoven, I Fiati di Parma, il Quartetto Rossini, il violinista Andrea Tacchi in quartetto e il fisarmonicista Gianluca Campi.
Il cartellone comprende 11 concerti, preceduti da un’anteprima: sabato 5 luglio alle ore 21.15, nella mistica cornice della chiesa di San Lorenzo a Carro (terra natale dei genitori di Paganini)l’Ensemble vocale Esaensamble, diretto da Sergio Chierici, presenterà un concerto “Sacro-Profano” incentrato sulla musica liturgica e paraliturgica tratta da melodie popolari.


Il Festival sarà inaugurato nella sua cornice tradizionale, nella piazzetta della chiesa a Carro, sabato 19 luglio alle ore 20, da Mengla Huang, vincitore del Premio Paganini 2002. Il ventottenne violinista cinese, accompagnato al piano da Giovanni Casella, eseguirà alcuni tra i brani più noti del repertorio classico da Il trillo del diavolo di Giuseppe Tartini alla Sonata n. 4 per violino e pianoforte di Beethoven, dal Preludium & Allegro di F. Kreisler alla Sonata n.1 per violino e pianoforte di C. Saint-Saens e concluderà con l’irresistibile Fantasia da Concerto su Carmen di Pablo de Sarasate.
I concerti avranno luogo secondo un percorso itinerante nei siti più incantevoli della Val di Vara e si estenderanno anche in Riviera a Bonassola dove mercoledì 23 luglio alle ore 21, l’attore Mauro Pirovano e i Liguriani si cimenteranno nelle “Varie(a)zioni Paganiniane” in un magico connubio tra Paganini, streghe e riti popolari liguri. Il diabolico Niccolò rivivrà nei gustosi aneddoti raccontati dal poliedrico artista noto non solo agli amanti del teatro ma anche agli spettatori del piccolo e grande schermo per la sua presenza in numerose serie Tv di successo (Un medico in famiglia, Don Matteo, etc.). Il singolare spettacolo è arricchito dall’estro musicale di Fabio Biale (violino e voce), Michel Balatti (flauto traverso di legno), Fabio Rinaudo (cornamusa), Filippo Gambetta (mandolino e organetto diatonico) e Claudio De angeli (chitarra) che costituiscono l’ensemble “liguriano”.
Domenica 27 luglio alle ore 21, a Beverino, emozioni indimenticabili con i Fiati di Parma, diretti dal maestro Claudio Paradiso, che ci dedicheranno “Le serenate per fiati di Mozart”. La formazione, nata nel 1990, costituisce l’unica Orchestra da camera stabile italiana di strumenti a fiato.
Sabato 2 agosto alle ore 20, a Carro, un gradito ritorno: la violinista Anna Tifu (allieva pluripremiata di Salvatore Accardo) e l’Orchestra da camera di Caserta diretta dal maestro Antonino Cascio eseguiranno alcune tra le pagine più emblematiche di J.S. Bach e un omaggio a Niccolò Paganini.
Domenica 3 agosto alle ore 21, a Varese Ligure, nella Corte del Palazzo De Paoli-Gotelli risuoneranno le note sublimi dei Quintetti per archi di Mozart e Brahms. In scena saranno il primo violino dell’Orchestra di Toscana Andrea Tacchi, Susanne Pasquariello (violino) Stefano Zanobini e Hildegard Kuen (viola) e Andrea Landi (violoncello).
Giovedì 7 agosto alle ore 21, a Maissana, imperdibili i “Divertimenti Carnascialeschi” di Niccolò Paganini con i violinisti Pier Domenico Sommati e Francesca Coppelli e il violoncellista Giulio Glavina. Il concerto sarà preceduto da un’autentica ghiottoneria musicale: il fisarmonicista genovese Gianluca Campi eseguirà il Concerto in fa minore, l’Inverno di Antonio Vivaldi, tre Capricci (13,19 e 21) e la celeberrima Campanella di Niccolò Paganini ed infine chiuderà con La Cavatina di Figaro da “Il Barbiere” di Rossini.
Venerdì 8 agosto alle ore 21, il Trio Beethoven si esibirà a Suvero sul sagrato della Chiesa di San Giovanni Battista in un denso programma naturalmente tutto imperniato sul grande compositore tedesco. Il Trio, di origine irpina, è composto da Raffaele Bertolini al clarinetto, Silvano Maria Fusco al violoncello e Marco Schiavo al pianoforte.
Sabato 9 agosto alle ore 21, a Sesta Godano, potremo ascoltare “Le Sonate per archi di Rossini e Boccherini” eseguite dal Quartetto Rossini composto dai violini Glauco Bertagnin e Matteo Ruffo, da Luigi Puxeddu al violoncello e da Gabriele Ragghianti al contrabbasso.
Lunedì 11 agosto alle ore 21, a Bonassola nell’Oratorio di Sant’Erasmo ci attendono il mitico chitarrista Alirio Diaz e suo figlio Senio per un singolare omaggio a “Paganini e la chitarra”, strumento che il diabolico Niccolò amava e maneggiava al pari del violino. Il sempreverde musicista venezuelano che quest’anno compirà 85 anni proporrà un’antologia di brani latino americani da solista e in duo con Senio Diaz. Nella prima parte del concerto Senio che è nato in Italia a Siena eseguirà musiche di Niccolò Paganini e Mario Castelnuovo Tedesco.
Martedì 12 agosto alle ore 21, appuntamento a Santo Stefano Magra in località Ponzano Superiore con I Concerti a 5 di Antonio Vivaldi. A rendere omaggio al “Prete rosso” sarà l’Hyperion Ensemble: al flauto, il direttore artistico del festival Bruno Fiorentini, Nicola Patrussi all’oboe,Valerio Giannarelli al violino, Luigi Tedone al fagotto, Paolo Ognissanti al violoncello e Marco Montanelli al cembalo.
Giovedì 14 agosto, a Carro alle ore 20, due virtuosi leggendari, Sergej Krilov al violino e Bruno Canino al pianoforte, caleranno il sipario sulla 7° edizione del Festival Paganiniano di Carro sulle note di Beethoven, Brahms e Paganini.


Il Festival di Carro, che sin dal suo decollo nel 2002 ha registrato un enorme successo di pubblico grazie alla partecipazione di musicisti e critici di fama nazionale e internazionale, non solo propone il repertorio paganiniano e il virtuosismo strumentale, ma permette ai musicofili più esigenti di esplorare gli aspetti più particolari, non a tutti noti, della personalità e della produzione del grande virtuoso. Infatti, è ormai consuetudine far precedere l’ultimo concerto da una conversazione musicologica e la pubblicazione di un Quaderno dedicato: il tema di quest’anno è “L’altro Paganini - Paganini e gli altri”. La Conversazione, a cura di Antonio Mendoza, verterà sulla musica sinfonica, i quartetti ad archi e le composizioni per mandolino di Paganini e sui compositori che ne hanno subito il fascino: Liszt, Brahms, Rachmaninoff, Lutoslawski e Thalben-Ball (Carro, Casa Nasca, 14 agosto, ore 18).
La rassegna, realizzata dalla Società dei Concerti della Spezia con il sostegno della Regione Liguria, della provincia della Spezia, della Comunità Montana della Val di Vara e dell’Associazione Amici di Niccolò Paganini, si avvale del patrocinio del Touring Club Italiano e del generoso contributo di Isagro S.p.a., azienda leader nel settore degli agrofarmaci, che conferma anche per questa edizione la sua vocazione mecenatesca.
La kermesse, oltre a rappresentare una manifestazione culturale di straordinaria ampiezza e profondo spessore, è anche una preziosa opportunità per apprezzare le ineguagliabili bellezze naturali e monumentali della Val di Vara nel complementare interesse dell’arte e del turismo.
Il costo dei biglietti varia a seconda dei concerti da un massimo di 20 a un minimo di 9 euro. E’ previsto un abbonamento comprensivo di tutti i concerti al costo di 40 euro ed anche una conveniente card che consente l’accesso a tre concerti al costo di 15 euro. Entrambe le soluzioni escludono il concerto di Alirio Diaz il cui costo è fissato in 20 euro.
Per ulteriori informazioni, si può visitare il sito: www.sdclaspezia.it
Per eventuali informazioni telefoniche chiamare il numero 0187.731214 oppure 0187. 21927

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio