scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

venerdė 28 gennaio 2011

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                sapori antichi e non solo

La frittata di finocchio

Quando si dice "figli d'arte"... Si chiacchierava con Gaia, nipote della nostra nonna Giulia a proposito del recupero alimentare, in soldoni qua non si butta niente, dal pane raffermo per la ribollita o per le polpette fino alla parte dura del finocchio perchč diciamocelo, la prima foglia dei finocchi anche pių teneroni, nessuno la mangia: un po' perchč č un po' rovinata, magari perchč ci da l'idea di non riuscire a pulirla bene... insomma finirebbe nel secchio dell'umido se...

 

Io da un po' quella foglia la aggiungo al minestrone ma Gaia, non a caso nipote di cuoca, mi ha suggerito la frittata.

E dunque armati di tagliere riduciamo la foglia coriacea del finocchio in strisce sottili e come se fosse cipolla, mettiamola ad appassire in padella con un filo d'olio d'oliva.

E come per ogni frittata aggiungiamo l'uovo sbattuto.

 

Il sapore č davvero curioso: sa di finocchio, ovviamente, ma, in lontananza ricorda la frittata di carciofi. Buonissima.

 

angela :)

 


accade a Roma


soggettive

la cittā futura

c'era una volta

cittā del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zčtema

Upter

Cittā del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittā

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema