scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

martedì 17 agosto 2010

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                         for de porta

Carlo Grechi e il profumo di donna

Carlo Grechi, artista che costituisce uno dei vanti della cultura cervetrana e non solo, si è prodigato da par suo per collaborare alla realizzazione della manifestazione “Radici” tenutasi a inizio estate nel nostro territorio (grazie alla meritoria pervicacia di Gea Copponi e Salvatore Uroni) per iniziare un discorso volto a ritrovare e ravvivare i rapporti della gran parte dei nostri attuali concittadini con i loro paesi di origine, nella fattispecie quest’anno le Marche e in particolare il territorio dei Monti Azzurri.
E proprio per dare un senso ed un seguito a questo multiforme contatto che si è pervenuti a stabilire con meritato successo, il nostro Carlo Grechi ha voluto portare la sua mostra di pittura PROFUMO DI DONNA in uno dei più gradevoli paesi dei Monti Azzurri, Loco Piceno, dove esporrà da mercoledì 18 a domenica 22 prossimi, presso i locali della Torre Civica, in occasione della 39^ Sagra del Vino Cotto..
Grechi, che vive a Cerveteri dal 1984, ha già esposto i suoi lavori ovunque, per brevità cito la galleria Albatros e la galleria la Spatola di Roma (1978), a seguire il Palazzo Comunale di Arsoli, la galleria il Babuino di Roma, ed ancora la Galleria dei Soldati in Roma nel 1993, il Castello di Santa Severa nel 1994 e a Bracciano il Chiostro degli Agostiniani nel 1995, ma chissà quanti ne dimentico….
Oltre ad avere l’onore ed il piacere di essere amico di questo ottimo artista, sono un grande ammiratore delle sue opere pittoriche, in gran parte dedicate appunto alla donna. Pur non essendo un intenditore qualificato ritrovo in lui le tracce di quell’espressionismo che tanto mi fa amare gli artisti “fauve” francesi, senza arrischiarmi, certo, a paragoni e richiami fatti da critici d’arte “professionali” che accostano i lavori di Carlo a Guttuso, Sironi, Picasso.
Ed è per questo che farò il possibile per fare un salto, magari nel fine settimana, a Loro Piceno, questa graziosa cittadina di origine medievale, posta su un'altura lungo la valle del torrente Fiastra, che vanta, tra l’altro, la tradizione mai interrotta della produzione del vino cotto; un vino di umili origini perché nasce dalla bollitura del mosto, dal colore e dal gusto inconfondibile, buono sempre ancora di più a fine pranzo, con il dolce.
Il che non guasta.


Claudio
 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

fuori porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zetema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema