scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

mercoledì 15 febbraio 2012

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                             la città del cinema

La bella di Roma

E non poteva che chiamarsi Nannina e aspirare ad aprire una trattoria la bella di Roma.

La prima aspirazione di Nannina veramente è quella di essere assunta come cassiera nel bar di un vedovo, anche per aiutare il fidanzato boxeur che è finito al gabbio per rissa (regolare).

Ma quando si accorge che il vedovo le fa la corte nonostante l'arcigna cognata, allora ne "approfitta" per convincerlo ad aprire una trattoria in collina. Le virgoletta stanno lì perchè Nannina in realtà non ha concesso nulla al vedovo, ha solo lasciato intendere...

E nel frattempo si districa anche dalla corte ben più insistente del tappezziere intraprendente regolarmente sposato e con figlio.

 

Su tutto la vista mozzafiato dalla trattoria che si apre sul cupolone e da come si vede, direi che potemmo essere o al Monte del Gallo o a Baldo degli Ubaldi. Naturalmente quando era solo collina e campagna.

O, data la distanza, siamo a Villa Pamphili?

 

Godiamoci il film.

 

 


accade a Roma


percorsi

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema