scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

martedì 24 novembre 2009

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                           fuori porta

A Ladispoli la Biblioteca del Mondo

Alla presenza del Presidente della Provincia Nicola Zingaretti e dell’Assessore provinciale alla cultura Cecilia D’Elia, è stata inaugurata oggi a Ladispoli la Biblioteca del Mondo.

Al progetto, fortemente voluto dalla Provincia di Roma, aderiscono altre sette biblioteche Comunali, e precisamente Anzio, Bracciano, Nazzano Romano, Fiumicino, Lanuvio, Tivoli e Zagarolo.


“Questa biblioteca, dalla forte connotazione interculturale” afferma Daniela Ciarlantini, Assessore alla Cultura di Ladispoli“ offrirà a tutti i cittadini una serie di iniziative legate all’incontro tra le culture, i popoli, le tradizioni, gli stili di vita”.
Il sindaco Crescenzio Paliotta, nel presentare l’ambizioso progetto al pubblico che gremiva la sala conferenze della Biblioteca di via Caltagirone, ha voluto orgogliosamente rivendicare a Ladispoli il titolo di città “simbolo della convivenza”, ricordando l’ospitalità offerta a migliaia e migliaia di ebrei russi che per anni hanno convissuto in pace e serenità con i ladispolani in attesa del sospirato passaggio negli Stati Uniti o in Palestina, convivenza poi estesa a decine di etnie le più diverse, senza che mai nulla di eclatante, tranne pochi casi che fanno cronaca ma certo non storia, turbasse il civile coesistere nel territorio.
“La storia ci ha fatto capire” - ha concluso Paliotta - “che quando si riesce a dialogare tra persone che provengono da luoghi diversi, che hanno abitudini e modi di pensare diversi, la convivenza diventa un moltiplicatore di civiltà, e in Italia questa nostra città ne è stato un esempio”.


Nel suo intervento il Presidente Zingaretti ha voluto appoggiare e ribadire i concetti affermati dal Sindaco Paliotta affermando tra l’altro: “andiamo a vedere i Paesi dove i flussi di immigrazione sono più alti: se si attuano giuste e intelligenti politiche di sviluppo e integrazione, questa compresenza di tanta interculturalità rende la comunità più forte, più capace di stare pacificamente nel mondo. Spesso assistiamo a esclusione, disagio, violenza, ma questi episodi si determinano proprio quando di fronte a forti flussi migratori non ci sono politiche di valorizzazione delle opportunità che ci vengono offerte”.


L’Assessore alla Cultura di Ladispoli Daniela Ciarlantini ha lanciato un messaggio di speranza e di fiducia nei giovani: “Noi qui a Ladispoli abbiamo tantissimi ragazzi le cui famiglie sono originarie dei più svariati Paesi del Mondo, ma in stragrande maggioranza costoro sono nati in Italia, e allora noi adulti non dobbiamo lasciarci spaventare da quello che non conosciamo bensì prendere esempio dai nostri bambini: essi non badano davvero alle diversità, essi convivono, fin dalla scuola materna, con tantissimi “stranieri”; il vicino di banco è un “amichetto” e basta, e non ha la minima importanza che sia bianco, giallo, nero o rosso. I nostri figli sono nati in questa realtà interculturale e non ci fanno il minimo caso. Siamo noi “grandi” che abbiamo tutto da imparare da loro”.

Claudio

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zetema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema