scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

23.07.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                     la città futura

Linea D, tre mega-gruppi si contendono l'appalto. Lavori dal 2009
Scaduto in questi giorni il termine di presentazione delle offerte per la costruzione della linea D della metropolitana. Sono tre le imprese che si candidano a realizzare e gestire la quarta linea metro della capitale. Per la precisione, date le dimensioni dell'opera, si tratta di "associazioni temporanee di imprese", cioè di tre gruppi costituiti ciascuno da più aziende:

- Vianini Lavori S.p.A – Consorzio Cooperative Costruzioni
- Società Italiana per Condotte d'Acqua S.p.A – Pizzarotti & C. S.p.A.
- Impregilo S.p.A. – Astaldi S.p.A. – Ansaldo Trasporti Sistemi
  Ferroviari S.p.A. – Ansaldo Breda S.p.A. – Sirti S.p.A. Azienda         Trasporti Milanesi S.p.A.

Costruzione e gestione della nuova linea metro saranno in "project financing" tra il Comune e Roma Metropolitane, da un lato, e l'associazione d'imprese concessionaria dall'altro. Regole fondamentali del project financing per la linea D: chi si aggiudicherà l'opera dovrà garantire tempi e costi – in fase di costruzione – e una serie di standard qualitativi quando la linea sarà in funzione. Previsto un sistema di premi e penali legato al rispetto delle regole.

L'iter preliminare andrà da fine 2006 a fine 2008. Per l'inizio del 2009 è prevista la firma della concessione e subito dopo apriranno i primi cantieri. Il concessionario gestirà la linea per 25 anni, quindi la proprietà della linea passerà al Comune.

La linea D avrà una tratta fondamentale – da Fermi a Prati Fiscali (11 km, 12 stazioni) – e due diramazioni – verso est fino a via Ugo Ojetti (5 km, 6 stazioni) e verso sud fino a piazzale dell'Agricoltura (4 km, 4 stazioni). Queste le caratteristiche tecniche principali, già previste nel bando: convogli con non più di 800 passeggeri (più sicurezza e flessibilità); alta frequenza del servizio, con intervallo massimo di un minuto e mezzo fra un treno e l'altro in ora di punta; treni automatici – senza conducente a bordo, per ridurre i costi d'esercizio – e ad elevato comfort per i passeggeri.

L'investimento totale per la linea D è stimato in circa 2.860 milioni di euro. Per saperne di più, www.romametropolitane.it

 

comunicato stampa

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio