scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

17.11.2006 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                          soggettive

Peter Gabriel e la Bandarustica

Certo questo Veltroni, una ne fa e cento ne pensa, e poichč ne fa veramente tante...

Seguo la consegna del premio "Men for Peace" da almeno quattro anni, sempre emozionante, emozione sull'emozione di essere nell'aula Giulio Cesare (a proposito, vogliamo parlare una volta della "sacralitā" dei luoghi civili?).

Mi ricordo la prima volta che mi mandō il giornale per cui lavoravo all'epoca: di colpo mi resi conto che ero "nella stessa stanza" con Mikhail Gorbachev, Lech Walesa e il Dalai Lama (a parte ovviamente tutti gli altri Nobel per la pace)

L'anno scorso, invece, mi venne un moto di fortissima tenerezza e ammirazione per Agazio Loiero, il governatore della Calabria, membro per la prima volta del summit dei nobel per la pace, per la sua modestia, per il suo modo di essere dignitoso e dolente.

e questa mattina, sorpresona: prima ancora che arrivassero i nobel, sono arrivati ad occupare gli scranni sotto Giulio Cesare, tre, quattro, dieci, venti...45 ragazzi con gli strumenti musicali di una banda.

La BandaRustica, mi sussurra Emanuele.

"u7na banda di 45 elementi tutti fra i sei e i 18 anni (c'č un ragazzino roscio) che viene dal Municipio VII - Centocelle, alessandrino - Tor Tre Teste, insomma periferia. Infatti immagino che "rustica" venga da La rustica. E pare che Veltroni abbia detto che se fino ad ora Roma era anche conosciuta per la Banda della Magliana, da oggi sarā conosciuta per la Bandarustica.

Di fatto ha voluto far incontrare una rock star internazionale come Peter Gabriel con i ragazzi di una periferia romana.

Non c'č niente da fare, Walter non si batte.

La BandaRustica ha suonato Oye Como Va e La vita č bella.

E io tanto per cambiare, mi sono un po' commossa.

 

E per il "piacere di cronaca" racconto, finalmente: Peter Gabriel, "Men for Peace" del 2006, ci ha tenuto a ricordare che ha ereditato il piacere della musica dalla madre, che ancora collabora con un circolo musicale, e il piacere della tecnologia dal padre. E che crede nel grande valore dell'istruzione e che questa dovrebbe essere diffusa con le attuali tecnologie, on-line, per esempio, o con i telefonini.

Si sente ingenuo, Peter Gabriel, a credere nella bontā che sta in fondo ad ogni essere umano, e vuole trovare quell'elemento magico profondo che trasforma i dati in informazioni, le informazioni in conoscenza, la conoscenza in saggezza e quindi la guerra in PACE.

 

Per chi non lo ricordasse, Peter Gabriel č stato il primo artista occidentale ad alzare la propria voce contro l'apartheid, con la canzone Biko, 1980.

"Biko.. Biko... because Biko..."

 

J

 


accade a Roma


soggettive

la cittā futura

c'era una volta

cittā del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zčtema

Upter

Cittā del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittā

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio