scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

mercoledì 11 agosto 2010

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                      la città futura

Metro C: soppresse le fermate Argentina, Chiesa Nuova e Risorgimento

E' come l'avverarsi dei luoghi comuni che a Roma la Metro non si può fare perchè nel sottosuolo c'è troppa archeologia.

E infatti è questo il motivo per la soppressione, ormai definitiva, delle fermate di Largo Argentina e della Chiesa Nuova. Praticamente nessuna fermata su Corso Vittorio dove però sembra si voglia far passare un tram.

Ma il quadro della realizzazione della linea C è un po' più complesso e vediamo di ricapitolare il più semplicemente possibile.

Attualmente si sta lavorando alla tratta Pantano-San Giovanni che dovrebbe essere ultimata entro i prossimi due anni.

Nel frattempo, evviva evviva evviva, il CIPE ha erogato 792 milioni per la tratta fra San Giovanni e Colosseo che dovrebbe essere finita fra sei anni.

Purtroppo da questo importante finanziamento è rimasta fuori la stazione di Piazza Venezia considerata, giustamente, strategica, anche se a San Giovanni c'è lo scambio con la linea A e al Colosseo quello con la linea B. E non è cosa da poco.

Per l'ultima tratta, Colosseo-Clodio i finanziamenti sono "in mente dei", il sindaco Alemanno dice che "ci si sta lavorando".

Con la soppressione di Argentina e Chiesa Nuova tutta la tratta di corso Vittorio restano scoperti posticini frequentati come Pantheon,  Piazza Navona, Campo de' Fiori... perchè ci sarebbero Piazza Venezia e poi San Pietro. Ed ecco, forse, spiegato il tram.

I miei vicini di casa (abito dalle parti della Chiesa Nuova, saranno contenti perchè hanno sempre temuto che la fermata avrebbe portato un sacco di gente rumorosa e fastidiosa, ragazzacci, coatti "come è successo a piazza di spagna". Che poi le case si rivalutino per effetto della Metro non importa tanto più care di così... Che poi il commercio ne tragga beneficio non importa e questo francamente non lo capisco, visto che i negozi chiudono da anni "per effetto della ZTL". Ma questa è un'altra storia.

Sulle "gravi problematiche archeologiche" si è espressa bene Luisa Piemontese (capoverso 3)

 

La fermata Risorgimento invece è stata soppressa data la vicinanza con quella di Ottaviano, dove c'è di nuovo lo scambio con la linea A.

 

Per avere un quadro interessante sui lavori delle tratte T2 e T3 (San Giovanni-Colosseo e Colosseo-Clodio) ho trovato utile il sito della Soprintendenza archeologica di Roma anche se ancora si parla delle "fermate soppresse".

...come le contrade morte del Palio di Siena... piacerà a Flavio.

 

angela :)


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

fuori porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zetema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema