05/12/2005       chi siamo scrivici

             amici link

 

ViaVenetoRoma


Comune di Roma


Zčtema


Upter


Atac Roma


LaScatolaChiara


Archivio

immaginiCinema

 

 

                                                                                                            soggettive

Mia sorella corista

 

Carissimi come state?
ho pensato molto a voi sabato sera, durante una rassegna di cori nel meraviglioso quartiere di Montesacro (ma forse piuttosto Talenti),
esattamente nella chiesa di S. Ponziano, dove mia sorella Valeria ha esordito come contralto. Beh, mi aspettavo una buona esibizione a livello
amatoriale, con buona volontā e passione, quindi potete immaginare il mio vivo stupore quando ho "sentito" (ascolto a occhi chiusi, č meglio...) echeggiare nell'alto spazio sopra l'altare un insieme vibrante di armonici mai udito prima, altro che gregoriano!
Va beh, forse esagero un po', ma credetemi la sensazione č stata piena ed appagante oltremisura. allora mi sono informata ed ho scoperto che la direttrice di questo coro (donna, chiaramente...), Marina Mungai, č non solo musicista, ma anche musicoterapista e si muove nell'ambito della cosiddetta metodologia della "VOCE-PERSONA", che consiste nell'approccio olistico alla persona: l' esperienza vocale si intreccia con l'autoterapia e l'integrazione psicofisica della persona a partire dal convincimento che la voce č rappresentativa della personalitā unica di uomini e donne, ed č
strumento di comunicazione per eccellenza.
C'č un percorso dettagliatissimo di esercizi di respirazione, di vocalitā, di rilassamento, di ascolto di musiche divine (satie, vangelis, morricone,etc..),di emissione del suono, di pronuncia, di impostazione di fiato e timbro, di igiene vocale perfino.

Insomma..... il risultato č vibrante, anche nel piccolo di una chiesa gelida, e pensate che molti dei coristi non leggono la musica!

bacissimi clo
 

cerca


soggettive


accade a Roma


la cittā futura


c'era una volta


cittā del cinema


for de porta


antichi sapori


Roma sparita


paroledisindaco