scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

domenica 23 ottobre 2011

           

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                               percorsi

Milton Gendel al Museo Bilotti

Fino all'8 gennaio è possibile fare due passeggiate in una.

La prima, quella fisica, è al Musei Carlo Bilotti a Villa Borghese.

La seconda, la passeggiata immobile (o quasi) è tra le foto di Milton Gendel, mostra curata da Peter Miller, il mio vicino di casa.

 

Peter si diverte, evidentemente, a cercare quegli artisti americani che hanno amato Roma, innamoramento di cui lui stesso credo sia vittima felice.

Stavolta è il turno di questo fotografo, nato nel 1918 che nel 1949 è arrivato a Roma e non se ne è mai più andato.

Ci tengo a sottolineare che è un fotografo autodidatta: pare si sia ritrovato una hasselblad quando era in guerra in estremo oriente e che ci abbia cominciato a giocherellare.

 

La passeggiata (quasi) immobile è tra le sue foto e, in particolare, tra le foto "romane".

I due autoritratti, il fauno della fontana delle tartarughe il giorno che viene rimesso al suo posto dopo il restauro, le bandiere dei funerali di Togliatti a piazza del Popolo, le statue velate alla Galleria Borghese in un momento forse di pulizia (fantasmi, mi ricordano Il segno del comando),

la fontana alla Bocca della verità, la barcaccia in questo bianco e nero che sembra rivelare muffe e venature, un pesce spada a Campo de' Fiori che poco ci manca arrivi Aldo Fabrizi, la 500 sotto gli occhi di Madama Lucrezia, l'isola Tiberina che mia non muta, i nasi per aria ai Musei Vaticani, piazza del Popolo dalle macchine di via del Corso, Porta Portese quando trovavi antiquariato e la lugubre processione dei Sacconi Rossi.

 

Le foto sono divise in due gruppi: quelle gentilmente rese disponibili in cartella stampa e quelle fatte da me alla mostra dove nel riflesso del vetro ci sono anche io, ebbene sì.

...in fondo uno degli autoritratti di Gendel è fatto così...

 

angela :)


accade a Roma


percorsi

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema