scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti - scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani ... e dintorni - scrivici

 scrivi 

15.06.2009 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                       for de porta

NARNI – “Lu centru de lu monno”

C’è una querelle secolare, tra narnesi e folignati, su quale delle due città sia “Lu centru de lu monno”. Mi domandavo: ma non è che saranno un po’ megalomani ‘sti Umbri?.
Sono andato a verificare sulle carte: non si può negare, pur non essendo al centro dell’Umbria, le due città sono proprio piazzate, chilometro più chilometro meno, in mezzo allo Stivalone!
E non c’è dubbio che la nostra Italietta sia proprio al centro del Mediterraneo, che a sua volta fino a qualche migliaio di anni fa era veramente il centro dell’universo mondo conosciuto! Quindi nessuna mania di grandezza ma constatazione di un dato di fatto!
E così ho pensato bene di mettermi sul mio amato camper ed andare a vedere di persona come ci si sente a stare proprio là, in mezzo al mondo.
Ed ecco la mia fuga dalla bolgia delle nostre spiagge assolate, stracariche di umanità sudata in cerca di “tintarella”, per un tuffo refrigeratore nella verde Umbria: precisamente a Narni. Mi sono così ritrovato in una caratteristica città dell’Italia Centrale, altezza 240 metri, circa ventimila abitanti, con ancora forti presenze architettoniche e artistiche medievali, distesa in una bella posizione tra colli coltivati a ulivi sulla destra del Nera, a guardia della Conca Ternana.
Con il mio vetusto caravan Narni è stata comodamente raggiungibile in poche ore, percorrendo tutta la A12 fino all’innesto sulla Via Aurelia, il tratto della SS 1 fino a Viterbo, la superstrada Viterbo-Orte, un breve tratto della S.S. 204 “Tiberina” fino all’incrocio, ben indicato, con la provinciale per Narni. Non c’è che dire, la cittadina, cinta di mura merlate, ha conservato l’assetto medioevale con i suoi bellissimi palazzi e monumenti. Ho trovato veramente spettacolare e scenografica la Piazza principale, ornata dalla Fontana Poligonale, sulla quale si affacciano la Loggia dei Priori (1275, attribuita a Gattapone da Gubbio) con l’imponente Palazzo Comunale; salendo per Via Valeriani ho potuto visitare la Chiesa di San Francesco (XIII-XIV secolo) con affreschi di scuola locale, poi, per Via del Campanile sono arrivato al museo cittadino, sito all ‘interno del Palazzo Vescovile, e alla Cattedrale, intitolata a S.Giovenale, primo vescovo e Patrono della città. Non potevo assolutamente non fare una visita all’imponente Rocca Albornoz, la formidabile fortezza costruita nel 1370 da Ugolino di Montemarte per commissione del Cardinale Egidio Albornoz. Giuro, ne è valsa la pena.
Io, si sa, sono assolutamente autonomo, grazie all’”abitar viaggiando”, ma comunque per la ricettività in questa mirabile fetta della verde Umbria non ci sono davvero problemi.
Non è lecito fare ovviamente nomi, dico soltanto che nel Centro storico e negli immediati paraggi si trovano ben 11 alberghi, 19 “agriturismi”, 12 bed&breakfast, un bellissimo campeggio…
Stesso discorso per quanto riguarda la ristorazione, una ampia scelta per appagare tutti i gusti…e tutte le tasche: 27 ristoranti, 11 pizzerie!
E buon appetito.
Questa volta non ho pranzato in camper, il richiamo dei “manfricoli”, della trippa in umido, della pizza bianca cotta a legna, è stato troppo forte.
 

claudio

 


accade a Roma


soggettive

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio