scrivi - qui non scrivono solo i giornalisti, scrive chi vuole raccontare le storie di Roma e dei romani - scrivici

 scrivi

             chi siamo

domenica 17 marzo 2013

           

                                                                                             percorsi

Via Veneto e dintorni

 

A Via Veneto ci ho passato due pezzi importanti della vita eppure queste fontanelle non le avevo mai viste. Segno che andavo sempre di fretta e/o non avevo sete.

 

Nella mia passeggiata sono partita da Via della Purificazione che sembra, e forse lo è davvero, il "retro" della più importante Via Sistina. A metà, addossata ad un muro anonimo, c'è una fontanella che definirei timida: una cannella versa acqua in una piccola vasca rinascimentale a conchiglia, un piccolo recinto e qualche sanpietrino intorno alla grata di deflusso: in alto una targa SPQR 1869. Più che costruita in quella data, la fontanella potrebbe essere stata solo restaurata o ripristinata: l

e nuove fontanelle infatti, saranno costruite dal Comune solo dopo il 1870, quando Roma diventerà capitale d'Italia.

 

Seguendo la mappa mi sono diretta verso Via Veneto: eccola, all'angolo con Piazza Barberini, la fontana delle Api di Gian Lorenzo Bernini che è difficile definire "fontanella". Ha una storia tutta sua.

qualche mese prima della realizzazione ella fontana del Tritone, papa Urbano VIII Barberini, commissiona all'architetto già impegnato in loco, di realizzare una semplice fontana per uso pubblico, un "beveratore pe li cavalli". Figuriamoci se Bernini si poteva accontentare  di un sarcofago rimediato e legare il suo nome a un'opera così modesta. Progettò infatti una conchiglia bivalve aperta e usò le api, simbolo dei Barberini, per far uscire i tre zampilli dell'acqua. La fontana era originariamente addossata a Palazzo Soderini, all'angolo con via Sistina, visto che all'epoca Via Veneto non esisteva. E l'acqua delle api veniva da una piccola cisterna di raccolta dell'acqua del Tritone, motivo per cui i romani dissero subito che le api erano come il governa del papa; succhiava molte tasse e restituiva pochissimo in benefici collettivi.

Nel 1865 la fontana fu rimossa per intralcio alla circolazione, smontata e riposta in un deposito ma quando, nel 1915 si decise di ricostruirla, la maggior parte dei pezzo non furono ritrovati e allora venne commissionata una copia ad Adolfo Apolloni. La nuova fontana venne collocata nella posizione attuale, non più addossata ad un muro.

 

Un saluto alle Api Barberini e su per via di San Basilio per andare alla fontanella dietro l'angolo di via del Basilico. L'ho sentita mormorare, svolto e ... sorpresa. non è la fontanella coi putti segnalata nella guida ma un semplice nasone. Mi sono guardata intorno, forse c'è un'altra fontana... niente. ho guardato bene il muro dove è addossato il nasone... forse è stato collocato da poco... No, il nasone è vecchiotto, vecchio il muro ma soprattutto proprio dietro alla fontanella c'è un vecchissimo cartellone pubblicitario, di quelli enormi evidente temente sfuggito a una delle operazioni decoro urbano dei tempi ( felici) del sindaco Veltroni.

La guida contiene un errore.

 

E a Via Bissolati, sull'angolo di Palazzo Boncompagni, attuale Ambasciata USA una forte perplessità: la guida indica questa come Fontana INA del 1927. Ma è una conchiglia con delfini, un insieme scultoreo che francamente mi sembra più rinascimentale, al massimo neoclassico più che moderno. Un altro errore?

 

E infine sono andata a cercare la Fontana del Cane, a via Veneto, sulla curva dell'Hotel Ambasciatori: è piccola piccola, raso terra, poco profonda, incassata nel travertino della facciata, L'ha voluta, pare, e commissionata un certo Mister Charlie che aveva due cani sempre con se e che così potevano bere senza allontanarsi dal bar. Probabilmente è la più piccola fontanella romana. Adesso è spenta.

 

Nel frattempo, come avevo previsto, si era fatta l'ora di pranzo e quale posto più bello di Villa Borghese, il parco a forma di cuore, per sgranocchiare un trancio di pizza rossa?

 

angela :)

 

ps - avrei voluto pubblicare le fotografie ma ... perchè? senza sarete più curiosi di fare questa passeggiata.

 

 

la mappa dei nasoni

 


accade a Roma


percorsi

dove siamo?

la città futura

c'era una volta

città del cinema

for de porta

antichi sapori

roma sparita

soggettive  

parole di sindaco


Comune di Roma

Atac Roma

Auditorium

Casa del Cinema

Casa del jazz

Casa dei Teatri

Casa Letterature

Casa Architettura

MACRO

TorBellaMonaca

Teatro di Roma

Teatro dell'Opera


LaScatolaChiara

Charta Roma

Zètema

Upter

Città del Gusto

Trenitalia

Aeroporti di Roma

Cinecittà

Battelli di Roma

La Sapienza

Tor Vergata

Roma3

CameraCommercio


Provincia di Roma

Regione Lazio


Montasola

Immagini Cinema